Sesso al mare: i pro e i contro

di Guy Pizzinelli 

Fare l'amore in acqua, al mare ma anche in piscina, da soli e lontano da occhi indiscreti, può essere molto sensuale. Ma attenzione a non commettere imprudenze!

Guy Pizzinelli

Guy Pizzinelli

ContributorScopri di piùLeggi tutti

L'acqua è un elemento fondamentale:  quando vi siamo immersi possiamo riappropriarci di tante sensazioni che appartengono al nostro corpo e che, spesso, tendiamo a non considerare.
L'acqua ha una densità notevole e ciò facilita i movimenti rinviandoci una sensazione di alleggerimento del corpo che ci permette di sperimentare maggiormente… anche in campo sessuale.

I vantaggi del sesso in mare sono innumerevoli: sarete più leggeri e potrete lasciarvi andare a sensuali movimenti sfruttando la spinta ricevuta dai vostri corpi. Ogni posizione, anche quelle che sembrano sfidare le leggi gravitazionali, vi sembrerà un gioco da ragazzi.
Ma per evitare un arresto o una denuncia, attenzione a scegliere una spiaggia abbastanza isolata e poco frequentata! È importante tenere in considerazione l'elemento "luogo pubblico" ed eventuale presenza di occhi indiscreti.
In tal senso può essere considerato un elemento di ulteriore eccitazione il fattore trasgressione: vivere un esperienza sessuale avendo la chiara percezione di non essere soli e di poter essere spiati ma sentirsi allo stesso tempo protetti per la presenza dell'acqua che copre e che autorizza a giochi ed effusioni.
Inoltre, un recente studio ha dimostrato come la "sessualità acquatica" permetta di raggiungere l'eccitazione in maniera veloce ed intensa. In particolare per le donne, sembra avere un effetto stimolante/tranquillizzante perché l'acqua, avvolgendo e proteggendo il corpo, espone meno la fisicità e permette di abbandonarsi maggiormente al piacere.
L'acqua poi è un lubrificante naturale, modulandone la temperatura si può ottenere, a seconda dei momenti e delle situazioni, un effetto più eccitante o più distensivo.

Tuttavia, state attente: l'acqua non ha il potere di evitare una gravidanza se l'uomo ha eiaculato e se la donna è nel suo periodo fertile. Fare sesso in acqua è come farlo in qualunque altro posto: l'acqua non impedisce allo sperma di entrare in vagina né previene il rischio di contrarre malattie sessualmente trasmissibili.
Se decidete di fare sesso in acqua, al mare, in piscina, nella vasca da bagno, sotto la doccia o sotto la pioggia, preoccupatevi di indossare il preservativo. Usare il profilattico in acqua è possibile (anzi, è d'obbligo!) purché inserito correttamente, la sua aderenza infatti impedisce all'acqua di entrare all'interno.
L'unico svantaggio, data la scivolosità dell'acqua, è che il preservativo possa sfilarsi durante i movimenti rocamboleschi, ma basta fare solo un po' di attenzione e tutto andrà bene.
Buon bagno!