Come scegliere il preservativo

di Guy Pizzinelli 

Come capire qual è il miglior preservativo? Come scegliere quello più adatto ai propri bisogni e gusti?

Guy Pizzinelli

Guy Pizzinelli

ContributorScopri di piùLeggi tutti

Quando si fa sesso, soprattutto con sconosciuti, adottare delle adeguate misure contraccettive è indispensabile: uno dei metodi più usati è senza dubbio il preservativo.
Il suo acquisto poi è semplicissimo, si trova anche in un qualsiasi supermercato, nei (sempre più presenti) distributori automatici e su Internet.
Pertanto, è importante scegliere il preservativo giusto, quello che può fare vivere il sesso in modo più sicuro, sereno e coinvolgente!
Ma chi si avvicina per la prima volta al mondo della protezione sessuale, rischia di rimanere disorientato dall'estrema varietà di prodotti proposta dal mercato, tanto da non sapere cosa scegliere. Questo perché oggi i preservativi non sono più solo pensati come barriera protettiva, ma anche come stimolo piacevole per la coppia.
Ma come si fa a scegliere il profilatico giusto? Come stabilire qual è il miglior preservativo per noi, quello più adatto ai propri bisogni e gusti? Ecco una mini guida ai tipi più diffusi.

In lattice
-Vantaggi

I profilattici in lattice sono, fra tutti, i più economici.
 Risultano pratici ed efficaci (se usati nel modo corretto) contro gravidanze indesiderate e malattie sessuali.
-Svantaggi

Sono incompatibili con i lubrificanti a base di olio.
 Sono suscettibili alla rottura se usati in maniera scorretta. 
Possono procurare allergie nei soggetti sensibili al lattice.

In poliuretano
-Vantaggi

Il poliuretano è un materiale introdotto di recente. Si presenta più sottile del lattice, è trasparente, inodore, insapore e ipoallergenico. 
In più, trasmette meglio il calore ed è meno sensibile alla luce.
 È compatibile con lubrificanti a base di olio.

Svantaggi
Il poliuretano è meno elastico del lattice, quindi tende a rompersi se usato in maniera non corretta o senza lubrificante.

In pelle d'agnello
Vantaggi
Si tratta di profilattici realizzati con il budello di animale, per questo hanno il vantaggio di sembrare davvero naturali.

-Svantaggi
Non sono garantiti per la contraccezione al 100 per cento. Sono permeabili a virus a trasmissione sessuale come l'hiv.

Le dimensioni
La grandezza di un profilattico si riferisce in genere al diametro, non alla lunghezza. Da evitare pertanto un preservativo troppo stretto, perché c'è il rischio che si rompa, oppure tenderà a uscire, a lasciare troppa pelle scoperta e, soprattutto, risulterà scomodo. Problemi analoghi e di altra natura può dare anche un preservativo troppo grande.

Le caratteristiche
-Struttura

Vi sono profilattici "arricchiti" con varie trame di protuberanze interne o esterne (per il piacere femminile), o entrambe.
-Colore
In commercio è possibile trovare anche profilattici colorati, a sostegno del lato ludico dell'eros. Ve ne sono anche di fluorescenti, visibili al buio.
-Sapore
Alla fragola, al cioccolato, alla menta... I nuovi profilattici possono anche rendere il sesso più gustoso!

Il lubrificante
La maggior parte dei profilattici sono lubrificati in superficie con acqua o silicone. Se il fine è la contraccezione, si può optare per preservativi dotati di spermicida. Oppure sceglierne uno non lubrificato e aggiungere un lubrificante a scelta.


Inserisci il tuo indirizzo email per iscriverti alla newsletter di Style.it