Eiaculazione precoce: quali sono i rimedi?

di Guy Pizzinelli 

L'eiaculazione precoce è un problema molto diffuso: un uomo su tre può essere affetto da questo problema almeno una volta nella vita

Guy Pizzinelli

Guy Pizzinelli

ContributorScopri di piùLeggi tutti

"Già finito?" Ecco un pensiero che nei rapporti sessuali può essere molto frequente, per la donna.
L'eiaculazione precoce consiste infatti nel verificarsi, persistente o occasionale, di eiaculazione in seguito a stimolazione sessuale anche minima, prima, durante o poco dopo la penetrazione, e comunque sempre molto prima di quando il soggetto desidererebbe.
È curioso anche come la maggior parte dei maschi con eiaculazione precoce possano ritardare l'orgasmo durante la masturbazione per un tempo notevolmente più lungo che durante il coito. Ma per parlare di eiaculazione precoce, l'anomalia deve causare notevole disagio o difficoltà interpersonali.
È in sostanza la nozione di controllo sull'eiaculare, o di assenza di controllo, che permette di identificarla. Un uomo che non soffre di questo disturbo può riuscire a ritardare l'eiaculazione per far durare il piacere della relazione e far crescere l'intensità dell'orgasmo.

Gli effetti sulla coppia
Gli uomini con Eiaculazione Precoce e le loro partner manifestano:
- riduzione significativa dei livelli di funzionalità sessuale;riduzione significativa dei  livelli di soddisfazione durante il rapporto sessuale;
- riduzione significativa della - qualità di vita in genere;aumento del livello di disagio e stress;
- aumento del livello di difficoltà interpersonale.
Un fatto rimane indiscusso, sia gli uomini sia le donne trovano difficile parlare di eiaculazione precoce: solo il 9% degli uomini consulta un medico per il loro problema e oltre la metà degli uomini con eiaculazione precoce (52.2%) che non lo fa afferma di non aver mai neppure considerato questa opzione.
Gli uomini con eiaculazione precoce, sentendo di non procurare un'adeguata soddisfazione sessuale alla partner, possono trovare più facile tradirla che affrontare il problema; d'altra parte, l'uomo può essere percepito dalla sua partner come egoista, mentre spesso un dialogo a cuore aperto dimostra che anche l'uomo vive male la sua condizione.

Certamente, l'eiaculazione precoce può anche essere solo occasionale e quindi di tipo episodico. Solo se questa tende a presentarsi ripetutamente nel tempo si può considerare di tipo patologico, soprattutto se porta ad un elevato disagio interiore.
Ecco quindi che nella sfera della sessualità, come per esempio in questo caso, entra in gioco anche la psicologia, la parte più interiore dell'individuo, dato che in questo tipo di "problema" sessuale entrano in gioco tanti fattori, molti dei quali sono di tipo intimo ed inconscio.
In alcuni rari casi le cause possono essere fisiche: infiammazione dell'uretra, difficoltà a scoprire il glande (fimosi), o prepuzio troppo corto, responsabile di una stimolazione troppo rapida.
Alcuni ricercatori olandesi hanno dimostrato che i recettori della serotonina, situati nel sistema nervoso centrale, sarebbero meno sensibili nei soggetti che soffrono di eiaculazione precoce, impedendo loro di ritardare il momento cruciale.

In conclusione, l'eiaculazione precoce è certamente un argomento delicato di cui discutere, ma parlarne apertamente con un medico è l'unico modo per superare il problema.
È necessario superare i tabù e l'imbarazzo nel parlare di eiaculazione precoce;bisogna riconoscere che l'eiaculazione precoce è una condizione medica che può essere trattata;è importante andare dal medico per la corretta diagnosi ed il trattamento perché sono disponibili soluzioni  appropriate.


Inserisci il tuo indirizzo email per iscriverti alla newsletter di Style.it