In principio era il diario...

04 febbraio 2011 
<p>In principio era il diario...</p>

In questa nuova rubrica Arianne Cohen, la creatrice dei Sex Diaries, si confessa ai lettori italiani.

Proprio come voi lettori di Style.it, ho cominciato a flirtare con i Sex Diaries perché ero attratta dal tema: il sesso. Anni fa una rivista americana mi assegnò un progetto e io restai ammaliata da questa semplicissima idea: raccogliere quello che le persone pensano e provano davvero nell'intimità delle loro camere da letto e delle loro relazioni di coppia.
Suggerivo ai diaristi di appuntarsi tutti le riflessioni, le azioni e le emozioni di natura erotica e sentimentale e di farlo in maniera sintetica. Il risultato fu un articolo che si guadagnò la copertina della rivista e fece vendere un mucchio di copie. L'idea dei diari tornò nel numero successivo, sempre in copertina, e allora decisi di trasformarla in una vera e propria rubrica online: il successo fu immediato ed è così che è nato il fenomeno globale di TheSexDiariesProject.com.
Per oltre tre anni, i lettori hanno atteso il lunedì pomeriggio per dare una sbirciatina alla vita sessuale del diarista di turno, eccitati dall'idea di spiare l'intimità dei propri vicini di casa per cinque eccitanti minuti di lettura. Non potete capire cosa succedeva quando pubblicavo il diario della settimana con un po' di ritardo: ondate di email dai lettori innervositi dall'attesa, ma anche dai diaristi che non vedevano l'ora di vedere pubblicate le proprie confessioni.
Mi accorsi ben presto che i Sex Diaries, grazie alla loro capacità di offrire cinque minuti di intenso voyeurismo, provocavano dipendenza.
Un redattore me lo spiegò senza mezzi termini: "Arianne, questi diari sono peggio del crack".
Ho imparato che spesso leggere il diario di un altro è utile quanto tenerne uno personale, perché in realtà i diari non parlano solo di sesso, ma di tutti gli aspetti (emotivi, romantici, fisici) che danno vita - o mettono fine - a una relazione.
Chi non vorrebbe sapere cosa stanno combinando i propri vicini? I Sex Diaries offrono una tranquilla e inoffensiva sbirciatina nel privato degli altri e ci aiutano a capire che molto spesso le nostre difficoltà, le nostre incertezze e le nostre paure sono del tutto identiche a quelle di chi ci vive attorno.
Buona scrittura a tutti,
Arianne Cohen

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).