Tradimenti necessari
e inutili provocazioni

18 maggio 2011 
di .

26 anni, convivente, etero, Bari


GIORNO UNO

00.54 am: Sono a letto col mio lui e cazzeggio col telefono. Ovviamente preferirei fare altro. Conviviamo da tre anni, ma dal punto di vista sessuale il nostro rapporto di coppia è un disastro. Mi distraggo con un libro che mi soddisfa più di lui.
10:17 am: Seduta alla scrivania dell'ufficio penso che siamo in piena primavera. Fa caldo e non ho più voglia di lavorare. Oggi mi aspetta una giornata diversa! Torno dai miei per tre giorni, tre giorni in cui sarò ufficialmente single. Stasera ho proprio voglia di uscire e divertirmi. Sì, ma con chi?
6:20 pm: Oggi ho chiuso a chiave la porta dell'ufficio e l'ho preso in bocca a L., il mio responsabile. Lui sì che mi piace tanto, è il mio tipo ideale. Spero che stasera mi chieda di uscire. Vorrebbe una storia con me, ma adesso non ho proprio voglia di avventurarmi in un'altra storia seria e soprattutto in un'altra convivenza.

GIORNO DUE
11:36 am
: Ieri sera mi ha chiamata L., un ragazzo che vedo molto spesso. Siamo usciti e abbiamo fatto l'amore in macchina per quasi due ore. Siamo rimasti abbracciati a guardarci negli occhi e ho avuto una strana sensazione: ho pensato che con lui potrei anche fare sul serio, che potrebbe essere lui il padre dei miei figli. Al tempo stesso però qualcosa in lui non mi convince.

GIORNO TRE
10:22 am
: Riprendo il diario dopo un paio di giorni di pausa. Purtroppo il mio week end da single è finito. Anche ieri sera sono stata con L. Avevamo tanta voglia di baciarci, ma insieme a noi c'era un suo amico che non sa niente di noi e conosce anche il mio fidanzato. Già, il mio fidanzato... oggi torna a casa anche lui. Speriamo che il fine settimana l'abbia risvegliato un po' perché io davvero non reggo più la sua passività. Il mio ultimo approccio con lui è stato un fallimento. Non lo facevamo da quattro giorni, allora ho cominciato a masturbarlo per vedere se rispondeva alle mie provocazioni. Niente da fare: aveva sonno e si è infastidito. Io mi sono offesa e mi sono girata dall'altra parte del letto. Lui si è finto dispiaciuto, ma dopo neanche cinque minuti era lì che russava. Per fortuna che c'è L. Se venissero meno le sue attenzioni non mi sentirei più donna! Domani lo rivedo in ufficio. Forse dovrei accettare la sua proposta e avere una storia con lui alla luce del sole, magari andare a convivere. Non sarebbe solo una vita di sesso sfrenato: abbiamo così tanti interessi in comune. Però l'idea di un'altra convivenza mi uccide. Io vorrei tanto sposarmi, avere dei figli... insomma vorrei una famiglia. Non voglio saltare di convivenza in convivenza!
10:48 am: Se tornassi indietro non accetterei la proposta di convivenza del mio fidanzato. L'ho fatto perché lui giurava che così le cose fra di noi sarebbero migliorate, invece eccomi qua: tre anni sotto lo stesso tetto e tutto è peggio di prima. Questa convivenza doveva essere una fase per prepararsi al matrimonio, e invece mi ritrovo a sognare di metter su una famiglia con il mio amante. Se solo avessi la forza di lasciare il mio ragazzo! Ma non ci riesco: è un bravo ragazzo, so che non mi tradirebbe mai, mi fa star tranquilla, mi riempie di affetto e di parole dolci ogni giorno. Il problema è che io metto il sesso al primo posto e il suo disinteresse nei mie confronti mi sta facendo impazzire. Due anni fa gli ho addirittura proposto di andare da uno psicologo insieme, ma lui mi rassicurò: «È un problema passeggero, lo risolveremo insieme. Basta stimolarsi un po' a vicenda...». E così mentre io lo stimolo lui attacca a russare. Quando mi sento rifiutata non ho più nessuna voglia di essere provocante, non mi sento più attraente ai suoi occhi e allora cerco di esserlo agli occhi degli altri.

GIORNO QUATTRO
9:14 am
: Non mi piace l'idea che qualcuno possa pensare che sia una ragazza facile. È vero, do grande importanza al sesso, ma questo non vuol dire che non vorrei una famiglia e un marito che mi desideri ogni giorno. La mia non è perversione, è solo un grande bisogno di intimità che al momento il mio ragazzo mi nega continuamente. Anche l'altra sera ne ha fatta una delle sue. Ho cominciato a masturbarlo per farlo eccitare. Tutto stava andando per il verso giusto, ma quando gli ho detto che ha saputo che avevo ancora qualche macchiolina di sangue si è allontanato e non ha voluto continuare. Uno di questi giorni lo mollo.

GIORNO CINQUE
10:52 am
: La mia ultima storia era tutta un'altra cosa. Siamo stati insieme a lungo e facevamo l'amore ogni giorno. Sembravamo due conigli. Oggi invece sono fidanzata con la frigidità fatta persona. Come mai? Chissà, forse avrò trovato tanti stronzi prima di lui. Però il problema resta: con lui non sto bene. Devo prendere una decisione, fare un passo avanti.

GIORNO SEI
9:40 am
: Riprendo il diario dopo una lunga pausa. Sono stati giorni importanti. Alla fine ho trovato il coraggio di essere onesta con il mio ragazzo: gli ho confessato il mio tradimento. È stata dura, ma non sono pentita né delle mie parole né delle mie azioni. E questo un po' mi spaventa.
6:58 pm: Mi ha appena chiamato un amico. L'ho conosciuto per caso su Messenger e ci scriviamo ormai da cinque anni. Di me sa tutto e adesso vorrebbe incontrarmi di persona. Dice che gli piaccio tanto, che sono il sogno erotico. A me però non va di vederlo, non voglio complicarmi la vita. E poi se voglio farmi una bella trombata so benissimo a chi rivolgermi.
7:15 pm: Parli del diavolo e spuntano le corna. Non appena ho messo giù il telefono, mi ha chiamato L., che è in viaggio per lavoro. Gli ho detto che avevo una gran voglia di scoparlo e lui è letteralmente impazzito. Ha risposto che non appena rientrerà mi farà godere tantissimo. Ecco, questo è il mio uomo ideale. Uno che sa essere PORCO, uno che si eccita al pensiero di avermi tutta per sé. Eppure non sono sicura di amarlo. Di certo non amo più il mio fidanzato, ma forse non sono neanche pronta a far sul serio con L. In fatto di amore ho solo una certezza: il grande amore della mia vita è mio padre. È l'unico che mi capisce e rispetta le mie scelte. Adora mia madre, anche adesso che sono separati: nessun'altra donna riesce a fargliela dimenticare. Fino a quando sono stati insieme, i miei hanno sempre avuto una grande intesa a letto. Una sera se la stavano spassando talmente tanto che li sentii gridare. Confesso che sulle prime rimasi un po' schifata, ma alla fine mi sentii molto felice per loro. Pensai: «Deve essere bellissimo trovare un uomo che ti fa gridare di piacere dopo tutto quel tempo passato insieme». Rinuncerei a tutto pur di amare e trombare tanto anche dopo anni di matrimonio. E invece sono qui che perdo tempo con un uomo piatto, monotono. Anche stasera solita routine: cena, tv e poi a letto. Per dormire, naturalmente. Ieri un altro mio fiasco: mi ha bloccato mentre gli facevo una sega perché mi vede diversa. Da quando sa del tradimento trova che il mio sguardo si sia spento.

GIORNO SETTE
11:10 am
: Voglia di lavorare zero! Penso a come potrebbe essere il mio futuro con L. Lui caratterialmente è molto simile al mio ex: ha la stessa voglia di scopare. In più ha qualcosa di mio padre e io sarei felicissima se i miei figli avessero la fortuna di avere una padre come il mio. Il mio fidanzato invece sarebbe un papà noioso. Non c'è niente che lo smuova. Anche quando lo provoco a parole, lui non raccoglie mai la sfida. Più di una volta, dopo uno dei miei mille approcci frustrati, l'ho invitato a tradirmi, nella speranza che qualcuna gli accendesse la passione e tornasse porco da me. La mia era una provocazione disperata, una dimostrazione che avrei fatto di tutto pur di recuperare il nostro rapporto. Ora abbiamo capito che non ci sono soluzioni. Siamo consapevoli e rassegnati.
1:16 pm: Che confusione! Il mio compagno mi ha dedicato una canzone, ma è la stessa che mi dedica spesso L. Ma perché mi rende sempre le cose difficili? Non scopiamo da due settimane e lui mi dedica canzoni d'amore?
6:28 pm: L'idea di un futuro con il mio compagno è sempre più improbabile. A pranzo abbiamo litigato tanto e gli ho detto che è inutile continuare così. Mi dispiace tanto per lui, ma per me è arrivato il momento di cambiare aria. Penso che presto darò una svolta alla mia vita. Magari cambio lavoro e chiudo anche con L. Oppure continuo a lavorare con lui e cominciamo una storia vera e propria. Non faccio altro che pensare a queste cose tutto il giorno... sono esausta! A volte sono così confusa che non so più cosa voglio! Forse mi servirebbe andare da una psicologa o magari mi basterebbe lasciare il mio fidanzato e ricominciare da zero con L. Qualcuno dirà «Ma perché non provi a star sola?». Ma io da sola non ci so stare!
7:15 pm: A pensarci bene però L. è spesso fuori per lavoro. Convivere con lui sarebbe come mettere continuamente alla prova la mia fiducia. Io passerei troppi giorni sola in casa e lui sarebbe in giro per l'Italia sempre a contatto con belle ragazze. Quando gli faccio notare questo problema, lui mi rassicura, insiste dicendo che in me ha trovato tutto, ma so che nel profondo di lui non mi fiderò mai. Oggi non mi ha risposto al telefono per un intero pomeriggio.
8:06 pm: Forse la cosa migliore da fare è restare single e aspettare che arrivi il vero principe azzurro. Perché alle favole io ci credo ancora!

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
? 63 mesi fa

Letto, riletto maaaaaaaaaa..... ? Perchè avete paura voi donne che il principe azzurro non arrivi per voi? Dove scaturisce questa paura? Ma lo sapete quanti "Maschi" aspettano di vincere la propria timidezza con le donne? P.S. La vita e bella e di conseguenza va vissuta in ogni suo decimo di secondo con la giusta intensità, senza se e senza ma, e bisogna seguire sempre l'istinto che il nostro corpo ci invia.

Itis 64 mesi fa

Ho letto il diario. Ho letto i commenti. Maschi che non sanno accendere. Donne che si sentono trascurate. Soluzioni dietro la porta. Qualcuno che sa dire il perché si siano messi insieme ad una persona con la quale oramai l'unica cosa logica da fare sia rimasto lasciarlo???? Ho letto poco tempo fa un libro che mi è sembrato alquanto autobiografico, "Zoolandia" di ViolaD. Sembra la stessa storia di tante donne ma con un sottile senso di coscienza. Non era il suo vero amore quello che aveva o non era il suo vero amore quello che voleva. Certamente il sesso è importante, forse il più importante .... ma per chi crede e ama, penso di no. Buona scelta a tutte.

ELy 64 mesi fa

Sembra la mia vita...solo che io l'uomo che amo e che vorrei che fosse padre dei miei figli l'ho sposato anche se ad oggi sono tre settimane che nn facciamo l'amore, e poi io non ho amanti solo le mie fantasie per non impazzire. Non vorrei tradirlo ma la sua continua indifferenza sessuale nei miei confronti mi sta devastando. Vedo cmq che siamo in troppe ad avere questo problema!!!

ariel 66 mesi fa

A volte è così: ami una persona, cui tieni tanto, ma manca l'intesa fisica o ppure c'è ma è ormai logora..ma poi un altro ti fa girare la testa, e cn lui il sesso è (o cm nel mio caso, sarebbe) ottimo! Ti ritrovi a pensare a lui, alle chiamate ke ti fa e alle parole ke ti dice e ke ormai nn ti senti più dire da colui ke ti è accanto da tempo.......

angi 66 mesi fa

complimenti! ti capisco alla stragrande, quando il tuo uomo non ti tocca e in te non ci vede più niente di erotico, inizia a diminuire l'autostima, ti senti una cacchina e uno dei rimedi per venirne fuori è mettersi in gioco con altri uomini per avere la consapevolezza che il problema non sei tu e che qualcun altro può trovarti ancora attraente ed eccitante! mi chiedo dove tu possa aver avuto il coraggio di confessare il tradimento!!!!!

nicole1975 67 mesi fa

Lascialooooo....

Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).