Passioni forti e inspiegabili litigi

08 giugno 2011 
SexDiaryCos'è Sex DiariesLe regole del giocoLe regole per commentareScrivi anche tu il tuo Sex diary

24 anni, impegnata, etero, Monza


GIORNO UNO
8:20 am
: Sono in metropolitana. Oggi è venerdì sera e domani non si lavora, meno male! È stata una settimana infinita. Ottimo risveglio questa mattina con tanti baci e una colazione con crostatina del panettiere. Vorrei essere ancora nel lettone avvinghiata al mio uomo e dormire profondamente tra le sue braccia! E poi al risveglio fare l'amore con lui, senza il pensiero di doversi alzare...
9:53 am: Ufficio, sonno e qualche sbadiglio trattenuto a stento. Ho da poco cambiato incarico: è stata un'ottima opportunità, ma per ora non sono completamente soddisfatta. Ho poco da fare e la cosa mi aliena.
10:13 am: Lui mi scrive in chat. Stiamo insieme da un anno e mezzo, conviviamo da quasi un anno e quando non c'è mi manca davvero. In certi momenti farei qualsiasi cosa per averlo accanto e allora ci sfoghiamo come due adolescenti messaggiando in chat. Spesso gli scrivo anche delle cose un po' stuzzicanti e allora sento che mi piace immaginarlo mentre si eccita. Mi eccito anch'io, tant'è che a volte non resisto e devo andare in bagno a finire quello che il pensiero ha iniziato. Ho un'adorazione per il suo sesso, è perfetto, e ogni occasione è buona per "andare a trovarlo". Adoro quando la mattina, ancora assopiti, ci abbracciamo nel letto mentre io faccio scivolare la mia mano sotto le lenzuola e sento la sua erezione. Che pensieri...
1:12 pm: I primi tempi ci vedevamo di nascosto perché io ero fidanzata. Vivevo con i miei in una città di provincia e, si sa, la gente mormora. Ma che emozioni, in macchina fino alle 6:00 del mattino, senza riuscire a staccarci anche se dopo lo aspettava più di un'ora di strada. Quando si ama si fanno le cose più assurde e si trova il coraggio per tutto. Quelle notti il cuore mi batteva forte da togliere il respiro e mi imbarazzava l'idea che lui potesse avvertirlo abbracciandomi. Ogni gesto che ho fatto, ogni bugia detta, ogni rischio corso, mi hanno fatto capire che era l'uomo giusto. Era lui. La paura di essermi sbagliata mi aveva sempre angosciata, ma quella volta non ho avuto ripensamenti. L'amore è strano. Non avevo mai tradito prima, credo non sia giusto farlo, mi giustifico pensando di averlo fatto per amore. Ho voglia di fare l'amore con lui, di sentirlo addosso, di sentirlo dentro. E mentre mi prende mi bacia sul collo, con quelle labbra che mi incantano…il suo sorriso perfetto, mi eccita! E poi quando mi bacia un po' più giù, mi tiene per la vita e io tengo la sua testa tra le mani e lo spingo contro di me. Non siamo una coppia che fa sesso tutti i giorni, lo facciamo quando ci va. Ma se ci va, sono scintille. Se n'è accorta anche l'inquilina di sopra. Mi piace pensare che qualcuno possa ascoltare mentre facciamo l'amore. A mio parere è eccitante e credo lo pensi anche lei, visto che non si è mai lamentata. Tutti questi pensieri hanno fatto volare il tempo. È ora di pranzo, il weekend si avvicina.
3:36 pm: Quando a lavoro hai poco da fare il tempo non passa mai. Ancora un'ora e mezza prima di andarmene. Ripenso a quella sera della scorsa settimana in cui, rientrati a casa dal lavoro, mi ha messo al muro, si è inginocchiato davanti a me e mi ha leccata fino a farmi girare la testa da quanto godevo. Incredibile...
5:42 pm: Di nuovo in metropolitana, stavolta verso casa. La settimana lavorativa finalmente è finita! Non vedo l'ora di essere con lui a rilassarmi sul divano, a dargli tutti i baci "accumulati" durante la giornata, a giocare con lui... un sacco di bei progetti. Peccato che queste belle fantasie siano rovinate dal tanfo che appesta il vagone. Ma perché la gente non si lava?

GIORNO DUE
11:49 am
: Serata impegnativa e divertentissima quella di ieri in compagnia del mio lui e degli amici di sempre, anticipata da un momento di passione sfrenata davanti allo specchio in camera da letto. Ci siamo masturbati guardandoci negli occhi per non perdere nemmeno un secondo dell'eccitazione reciproca: è stato splendido! Vederlo venire mi fa impazzire. Stamattina lui è dovuto uscire presto, ma prima di farlo andare via dal letto gli ho dato il mio buongiorno accarezzandolo un po'. Ora posso iniziare il mio weekend.
4:52 pm: Il mio pomeriggio procede tranquillo, il mio lui non è ancora tornato. Lo amo davvero e mi rendo conto della mia fortuna.
4:54 pm: Stasera in programma cena intima io e lui... chissà come sarà il dopocena! Ho voglia di lui...

GIORNO TRE
11:42 pm
: Sembrava dovesse essere un weekend splendido invece si è rivelato un weekend davvero di merda! Siamo andati a letto arrabbiati ieri sera, lui sembra essersi offeso per qualcosa di inesistente! Ho pianto. Mi sono arrabbiata. Poi un mio gesto ha tranquillizzato un po' le acque, ma di nuovo il suo atteggiamento ha reso tutto molto teso! Ora io sono a letto e lui guarda la tv in un'altra stanza.
11:45 pm: Gli ho chiesto se veniva a letto. Magari potevamo trovare un modo per sistemare le cose! Ma lui preferisce continuare a guardare la tv e più tardi si farà una doccia! Come mi fa incazzare quando fa così!
11:52 pm: Mi viene il magone e devo essere sincera, quando si comporta così mi viene da chiedermi se le scelte che ho fatto sono quelle giuste! Ogni volta che discutiamo sono la prima che pensa di essere dalla parte del torto! Ma questa volta no.

GIORNO QUATTRO
7:58 am
: Nottataccia, sono stata malissimo. Forse colpa delle tensioni di ieri? Sicuramente hanno influito. Niente lavoro oggi, non voglio rischiare di stare male in ufficio!
10:26 am: Mi riposo ma non sono tranquilla, penso a come finirà questa storia.
1:26 pm: È tornato a casa per pranzo, un abbraccio e pochi baci, di cui un paio in fronte (ma chi è? Mio zio?). Sentivo il suo respiro sul collo, l'avrei trascinato sotto le coperte. Non sono ancora molto in forma, ma certe fantasie non passano mai. Immagino la sua mano accarezzarmi piano mentre è seduto dietro di me, sento il suo sesso duro contro la mia schiena, i suoi baci sul collo, una mano sul seno. Vorrei che poi mi prendesse da dietro con tutta la forza che ha. Mi sento bagnata e terribilmente eccitata. Lui però non c'è, perciò ci penso da sola...
4:11 pm: L'idea di pensarci da sola ha portato grande soddisfazione, ma ora, più di prima, ho voglia che a soddisfarmi sia lui! Però le acque non sembrano ancora essersi calmate! Questa situazione mi stressa, mi innervosisce, vorrei sapere cosa gli passa per la testa.
7:00 pm: La serata è iniziata, qualche abbraccio ma il clima è ancora teso. Stiamo a vedere, nelle mie relazioni precedenti alla fine l'avevo sempre vinta io e alla lunga tutto questo potere mi stufava. È giusto che un uomo sappia prendere proprie decisioni in una coppia. E il mio lui è così. Anche per questo lo amo.
11:10 pm: Pace fatta, ora il letto ci aspetta. Quando siamo sereni vivo tutto in modo diverso. Ora sono tranquilla, aspetto solo il momento di abbracciarlo sotto il nostro piumone. Sarà sicuramente una nottata interessante.

GIORNO CINQUE
12:06 pm
: Mattinata impegnativa in ufficio, senza un attimo di tregua. Adoro lavorare così, il tempo passa e non me ne rendo conto. Attendo sempre il momento di riabbracciare il mio lui, ieri sera ci siamo coccolati tantissimo. Qualche picco di passione e le mani scivolavano. Splendido.
5:32 pm: Giornate così mi danno sicurezza e mi tirano su il morale. In molti credono che io sia una persona solida e senza troppe insicurezze, ma non è affatto vero. A sentire gli altri sono sempre stata una bella ragazza. Io invece non mi piaccio per niente! Mi sento sempre meno attraente delle altre e forse questa mia insicurezza è la ragione principale della mia gelosia e per questo ho una paura matta di essere tradita. La gelosia è un difetto terribile e ne sono consapevole. Spero che con gli anni si attenui sempre più.

GIORNO SEI
11:30 am
: Giornata intensa, risveglio erotico. Stasera ci aspetta una serata tutta per noi. Non vedo l'ora. E pensare che quando l'ho conosciuto quasi sette anni fa, non mi interessava per niente. Ero troppo giovane. La mie scelte sbagliate di allora mi hanno permesso di fare le mie esperienze e di apprezzare ancora di più quello che ho adesso.
6:11 pm: Giornata piena, la serata si avvicina, metterò un vestitino bianco molto innocente e sotto... Be', si sa: sotto il vestito niente.
6:20 pm: Effettivamente sto attraversando un periodo particolarmente caldo nella mia relazione. Ma questo non vuol dire che sono una particolarmente stravagante, anzi. A letto sono abbastanza conservatrice. Nessuna "perversione" mi attira particolarmente. Direi il giusto per divertirsi. Forse un giorno proverò il sesso anale, ma solo con il mio partner. Ci penso spesso, ma il dolore mi spaventa un po'. Con lui mi sento libera di scegliere qualsiasi cosa.

GIORNO SETTE
10:21 am
: Ieri sera è stata una serata magnifica. Lui mi ha portata in un ristorante splendido in città, a quanto pare uno dei dieci ristoranti migliori al mondo. Il vino era eccezionale, lui anche, era tutto splendido. Siamo andati a bere qualcosa e poi finalmente verso casa, ci siamo guardati con tutto l'amore del mondo, eravamo felici. Ci siamo addormentati abbracciati come piace a noi, con tenerezza.
11:12 am: Se penso al mio futuro, mi immagino con lui accanto. Abbiamo sempre avuto gli stessi progetti: crearci una famiglia, avere dei figli. Non vediamo l'ora, anche se per ora ci sono delle priorità che non possiamo ignorare. In ogni caso, so che non mi deluderà.
12:24 pm: Speriamo passi in fretta questo pomeriggio, non vedo l'ora di tornare a casa. Ho fame, ma aspetto ancora un po' prima di pranzare. Spesso fantastichiamo e immaginiamo di lavorare insieme, per stare insieme di più, chissà... forse un giorno. Mai dire mai nella vita. Un anno fa non avrei mai immaginato di essere dove sono! Eppure ora sono qui, felice e soddisfatta delle mie scelte.
4:23 pm: Ancora un'oretta e il pomeriggio in ufficio sarà quasi finito. Mi rendo conto che in questa settimana, nonostante tutto, ne sono successe di cose. Chi se l'aspettava di litigare con il mio lui lo scorso weekend, di andare a cena in un ristorante magnifico e che tutto andasse com'è andato. Com'è strana la vita, è un grande punto di domanda. Non sai mai come sarà l'indomani e anche se lo programmi, non è detto che segua le tue decisioni. Il destino a volte mi spaventa, perché mi rendo conto della mia impotenza nei suoi confronti. Però per ora il mio destino dice che io devo essere felice con lui, e così è. Del resto mi interessa relativamente. Se qualcosa deve accadere, accade indipendentemente dalla mia volontà.

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
stefytar 63 mesi fa

A mio parere storia noiosa.

ViolaD 66 mesi fa

Ma questi diari erano molto carini, perché non ci sono ancora?E poi....in caso vi decidete, alzate un po' di più l'età delle donne, vi assicuro che c'è più da divertirsi!

Anna Carolina 66 mesi fa

Bella e vera storia!! Vive La Vie !!

Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).