TRENDS REPORT

Gli italiani e il sesso: come siamo cambiati

18 marzo 2010

Come si sono modificati nel tempo i gusti, i comportamenti e le abitudini sessuali del nostro Paese? Ce lo spiegano Marzio Barbagli, Gianpiero dalla Zuanna e Franco Garelli nel libro La sessualità degli italiani (il Mulino, 25 euro) che riporta i risultati di una ricerca epocale condotta su 7.000 persone dai 18 ai 70 anni. Ecco le principali trasformazioni, commentate dal sessuologo Gabriele Baroni…

Precedenti Successivi

Ci si fidanza prima, ci si sposa più tardi…

1/6

Il primo legame di coppia stabile senza convivenza, quello che si definisce “stare con un ragazzo”, avviene intorno ai 17 anni sia per i maschi che per le femmine: circa tre anni in anticipo rispetto alla generazione di fine anni '30. Se un tempo la prima relazione era anche l’unica e si trasformava in matrimonio per due terzi delle donne e metà degli uomini, a poco a poco questa linearità si interrompe: a partire dall’inizio degli anni '70, infatti, oltre il 40% delle donne dichiara di aver avuto quattro o più partner. Secondo il sessuologo Gabriele Baroni, «è interessante notare che mentre la prima esperienza sentimentale viene anticipata, si sposta sempre più in là l’età del matrimonio o della convivenza. In un certo senso, è più facile vivere un rapporto dai confini molto netti, dettati dall’età e dalla presenza dei genitori, che stabilire da soli i propri limiti. Quando si tratta di trovare un equilibrio di coppia adulto, infatti, tutto risulta molto più fluido…».

    Condividi:
    • Twitter
    • Facebook
    • Delicious
    RISULTATI
    Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
    Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).