L'abito da sposa
dalla A alla Z

di Staff Sposa 

Un dizionario, piccolo ma esaustivo, che da "a-jour a "voile" presenta tutti i termini che possono aiutarti a scegliere il tessuto e il taglio più adatti alla tua figura. Perché nulla dev'essere lasciato al caso!


L'abito da sposa dalla A alla Z: tessuti e tagli

L'abito da sposa dalla A alla Z: tessuti e tagli

  • A-JOUR: ricamo che si caratterizza come traforato
  • BATISTA: tessuto in lino o cotone fine e trasparente
  • BISSO: tessuto composto da filamenti segosi e lucenti, in lino o cotone, molto fine e prezioso
  • BROCCATO: tessuto pesante in seta, lavorato a motivi floreali in rilievo, talvolta con fili d'oro e d'argento
  • CADY: tipo di crespo a sottile lavorazione in seta o lana
  • CANETTE: tessuto con coste sottili che corrono in senso verticale; principalmente usato come nastro di finitura
  • CHANTILLY: pregiato pizzo in seta con lavorazione a tombolo, realizzato nell'omonima cittadina francese
  • CHIFFON: tessuto a velo trasparente in seta, realizzato con filati molto ritorti
  • CLOQUE: tessuto con piccoli motivi ornamentali a rilievo che gli conferiscono un aspetto corrugato a piccole gobbe
  • CREPE (CRESPO): tessuto in seta, lana o cotone, di vario peso, fabbricato con filati fortemente ritorti che gli danno un aspetto ondulato e granuloso. Può essere di vari tipi: crepe satin, de Chine, in raso, georgette, marocain (pesante crespo caratterizzato da una grossa trama che presenta costine trasversali)
  • CREPON: tipo di crespo dalla superficie mossa e rugosa
  • DEGRADE: effetto sfumato del colore o del disegno
  • DEVORE: tecnica che svuota e corrode il tessuto per ottenere effetti di trasparenza
  • DUCHESSE: tessuto in raso liscio e pesante, in seta o cotone, di aspetto lucente
  • FAILLE: tessuto in seta o cotone, a grana grossa e con piccole coste
  • FIANDRA: tessuto in lino con disegni geometrici o floreali realizzato su telai jacquard
  • GARZA: tessuto a velo in cotone o seta leggero, ma fitto
  • GAZAR: tessuto rigido in seta, con caratteristiche di robustezza e trasparenza
  • GEORGETTE: tessuto in seta, appartenente ai crespi, leggero e trasparente, ha aspetto fluido e cascante
  • GOFFRATO: tessuto a rilievi ornamentali ottenuto attraverso particolari tecniche di compressione
  • IMPRIME: termine francese che indica tutti i tessuti stampati
  • JACQUARD: tessuto operato realizzato con telaio munito di meccanismo jacquard
  • LAME: indica un tessuto o un filato generalmente in seta in cui fili metallici, dorati, argentati e lurex formano un motivo ornamentale
  • MACRAME: pizzo pesante eseguito a mano formato da una serie di nodi e intrecci che compongono sia il motivo che il fondo
  • MARABU: tipico uccello africano dalle piume morbidissime, con cui si decorano cappe, mantelli, maniche e scollature
  • MATELASSE: tessuto a motivi in rilievo ottenuti anche tramite trapuntatura, talvolta doppio e imbottito
  • MIKADO: raso in seta pesante, di origine giapponese, ha mano consistente e rigida
  • MOIRE: effetto cangiante di striature con riflessi ondulati irregolari
  • NACRE: si dice di tessuto reso madreperlato e iridescente attraverso effetti cangianti molto delicati
  • NIDO D'APE: tessuto principalmente in cotone dalla superficie in rilievo a motivi quadrangolari ed esagonali
  • ORGANZA: tessuto principalmente in seta, leggero e trasparente, prodotto con fili finissimi, ha aspetto leggermente rigido e madreperlato
  • ORGANZINO: tessuto sottile principalmente in seta realizzato con le migliori fibre continue ritorte
  • PAILLETTE: sottili dischetti laminati, vetrosi, madreperlati, luminosi da applicare su tessuto come motivo ornamentale
  • PELLE D'UOVO: mussolina finissima in cotone o lino, simile a pellicina d'uovo per colore e sottigliezza, usata generalmente per biancheria intima femminile
  • PLUMETIS: ricamo a rilievo soprattutto a piccoli puntini su basi in mussola o voile
  • POINT D'ESPRIT: tulle ricamato a puntini
  • RAMAGE: motivo ornamentale a imitazione di rami, fiori e foglie, ottenuti con ricami o con tecnica jacquard
  • RASO: tessuto principalmente in cotone o seta che presenta una superficie lucida e brillante
  • SANGALLO: tessuto in pizzo traforato in cotone o lino, realizzato originariamente nell'omonima cittadina svizzera
  • SETA: fibra tessile naturale, prodotta dal baco, con caratteristiche di elasticità, leggerezza, lucentezza
  • SHANTUNG: tessuto principalmente in seta, con fiammature irregolari in superficie; di aspetto luminoso e lucente, ha origine cinese
  • TAFFETTA': tessuto liscio in seta a struttura molto serrata, quasi rigida; può essere operato o stampato
  • TULLE: tessuto a rete principalmente in seta, finissimo, leggero, velato, caratterizzato da piccoli fori esagonali
  • VALENCIENNES: tipo di pizzo o merletto, omonimo della città francese da cui proviene, principalmente in lino, lavorato a tombolo, di aspetto leggero e velato
  • VELLUTO: tessuto in cotone o seta formato da un fondo e da fili supplementari che vengono tagliati a formare un corto pelo in superficie. Può essere di vari tipi: liscio, a coste, stampato, dévoré, jacquard, ricamato, froissé (stropicciato) o cangiante
  • VELO: tessuto leggerissimo, fine e trasparente, realizzato in fibre naturali e artificiali
  • VOILE: tessuto in seta, cotone e lana, trasparente e leggero, di mano impalpabile

DA STYLE.IT

  • News

    Meteo: stop al caldo, torna l'inverno

    Meteo: stop al caldo, torna l'inverno

  • News

    Arrestata infermiera killer a Piombino

    Arrestata infermiera killer a Piombino

  • News

    I genitori di Giulio Regeni: «Vogliamo verità e giustizia per nostro figlio»

    I genitori di Giulio Regeni: «Vogliamo verità e giustizia per nostro figlio»

  • News

    Oscar 2016, trionfo Spotlight ma anche DiCaprio

    Oscar 2016, trionfo Spotlight ma anche DiCaprio

Iscriviti adesso alla newsletter settimanale di SPOSA