Il favoloso mondo di Marianna Lanzilli

di Francesca Favotto 

Le sue creazioni sono raffinate, femminili, fresche. Proprio come l'ultima collezione "Romantica", dedicata alle spose sognatrici ma moderne... proprio come lei.

Francesca Favotto

Francesca Favotto

ContributorScopri di piùLeggi tutti

<<>0
0/

Il suo stile è raffinato, femminile, fresco, caratteristiche che si notano subito nelle sue creazioni: lei è Marianna Lanzilli, titolare dell'omonimo atelier, nel cuore di Milano, in Corso di Porta Romana. "La passione per l'arte sartoriale mi è stata tramandata dalla mia famiglia, tre generazioni di donne con il pallino per i tessuti ricercati e gli abiti couture - racconta Marianna - Ho fatto studi di modellismo e tanta pratica, ho avuto grandi maestri che mi hanno insegnato l'amore per le cose fatte bene. Nella mia sartoria, tra le grandi cornici dorate e la meravigliosa Singer d'epoca, accolgo le future spose, che cercano capi unici e preziosi".

L'ultima collezione si chiama "Romantica" ed è stata pensata per vestire spose sofisticate, sognatrici, ma anche moderne. "Ho giocato con le varie nuance di bianco, proponendo abiti che vanno dal crema chiaro al bianco gesso: questo perché utilizzare le tonalità intermedie permette di creare capi davvero unici e di carattere e poi sono dell'idea che il colore dell'abito debba variare a seconda della propria carnagione e della palette occhi/capelli". Capi di classe e dalla vestibilità perfetta che si distinguono nella loro unicità perché studiati nei minimi dettagli, nel design ma soprattutto nella ricercatezza dei tessuti utilizzati.

Oltre agli abiti dallo stile classico, una linea speciale è dedicata ai 'Corti', abiti da sposa sfiziosi 'sopra al ginocchio' per donne moderne e dinamiche, per la cerimonia civile in Comune oppure come cambio abito per sfoggiare un nuovo look dopo la cerimonia ed essere pronte per aprire le danze dopo il taglio della torta. "Ciò che accomuna tutte le linee è una scrupolosa attenzione ai dettagli e alle rifiniture che sono fatte tutte a mano. Ago, filo, ditale e tanta pazienza. Solo così si possono creare simmetrie perfette e si riesce a lasciare al tessuto la sua naturale cadenza".

"La mia sartoria si vanta di offrire anche un servizio su misura, che inizia da quattro chiacchiere davanti una tazza di tè. Le spose si raccontano e dalla lista dei desideri nasce un bozzetto, unico, originale che diventerà l'abito da sposa sempre sognato".

Grande attenzione anche agli accessori: piume, fiori, fasce, cerchietti, velette, veli, creati appositamente da Marianna, per completare ogni look con coerenza.

Progetti futuri? "Ho in mente nuovi modelli di abiti trasformisti, nuovi tessuti da sperimentare, qualche abito ispirato alle dive del passato... e poi ho tutte le spose del nuovo anno da accontentare".