L'anello che parla d'amore, di te, per te

di Marianna Peluso 

Il valore di un anello Tuum? Sta nel messaggio. Da leggere, da regalare, da indossare, come augurio di felicità

Marianna Peluso

Marianna Peluso

ContributorScopri di piùLeggi tutti

<<>0
1/

Chi sa descrivere l'amore? Ci hanno provato poeti, pittori, scrittori e musicisti, ma nessuno è mai riuscito a riportarne l'equazione. Eppure esiste un oggetto che ne è il simbolo e il portavoce: l'anello. Tradizione vuole che la proposta di matrimonio sia accompagnata dal dono di un anello e che l'unione coniugale sia coronata dallo scambio delle fedi.

«Per me l'amore è tutto» sono le parole che aprono l'intervista a Michele Alberti, responsabile della comunicazione e fondatore del marchio Tuum insieme all'amico (e socio) Simone Finocchi «partendo da questa constatazione primaria, Simone ed io abbiamo cercato di recuperare il significato più profondo della parola 'amore', quindi non solo nel senso di innamoramento di coppia, ma anche di affetto che si prova per i genitori, per i figli, per gli amici e per tutte le persone importanti della nostra vita. Come comunicare la nostra idea di 'bene' da provare, da condividere, da manifestare? Dopo averci riflettuto a lungo, abbiamo pensato a un messaggio, qualcosa che tutti conoscono, ma su cui non si medita abbastanza». Il messaggio in questione è il Padre Nostro, la prima preghiera che s'impara da bambini e resta impressa nella memoria a qualsiasi età. «Non c'entra solo la religione. L'anello con il Padre Nostro rappresenta sì il concetto di fede, ma anche l'origine della nostra storia, così come la lingua latina rimanda alla culla della cultura. Ognuno può darne la propria lettura».

Come può un oggetto tanto piccolo avere così tante interpretazioni? «Noi non vogliamo creare semplicemente gioielli, ma microsculture» specifica Simone, responsabile della produzione «ogni pezzo è unico al mondo perché lo stampo di cera in cui viene fuso è creato artigianalmente e utilizzato sempre e solo una volta».

Le collezioni Origine, Animae, la Fede 'che ha fede', Tuam (con la variante dell'Ave Maria) e Tuum Color sono realizzate in argento, oppure in oro bianco, oro giallo e oro rosa (alcuni modelli presentano tutte le possibili varianti): «un metallo nobile per un messaggio nobile. Tra tutte le pietre preziose, invece, abbiamo selezionato solo i brillanti perché sono puri, luminosi, metaforicamente perfetti». Oltre alla forma a fascia, che Michele ha al dito, e alla tipica vera, che Simone porta all'anulare, c'è anche Exodus, una serie limitata di 1000 pezzi, prodotta esclusivamente in argento e ideata dopo un incontro con Don Mazzi nel 2009. «Abbiamo sempre voluto appoggiare un'azione umanitaria e dopo quell'incontro abbiamo capito come fare. Il ricavato di Exodus è destinato al finanziamento di un gruppo di lavoro in Madagascar: la comunità di adolescenti Ambalakilonga, che si occupa di educazione e formazione. Questo è solo uno dei tanti progetti di solidarietà meritevoli di sostegno. Ma le possibilità di aiutare gli altri sono infinite».

La vocazione del marchio è evidente fin dal nome, che in latino significa 'tuo' al modo accusativo (il complemento oggetto in lingua italiana, ndr), perché come spiega Simone «nel momento stesso in cui una persona legge il messaggio della preghiera, quel messaggio diventa suo». Perché l'amore si comunica in ogni modo. Anche su un anello.

Per maggiori informazioni: www.tuum.it

DA STYLE.IT

  • News

    Family every Day, il web risponde al Family Day

    Family every Day, il web risponde al Family Day

  • News

    Bansky, nuova opera dedicata ai "miserabili" di Calais

    Bansky, nuova opera dedicata ai "miserabili" di Calais

  • News

    Asterix e Obelix contro il terrorismo #JeSuisParis

    Asterix e Obelix contro il terrorismo #JeSuisParis

  • News

    Parigi, è il giorno dell'omaggio alle vittime

    Parigi, è il giorno dell'omaggio alle vittime

Iscriviti adesso alla newsletter settimanale di SPOSA