Cindy e Armando: an unconventional wedding!

di Francesca Favotto 

Tedesca lei, messicano lui, si incontrano in territorio neutro, a Londra, in un laboratorio di chimica. E tra esercitazioni e ricerche, scoppia l'amore, coronato da un matrimonio non convenzionale lo scorso ottobre.

Francesca Favotto

Francesca Favotto

ContributorScopri di piùLeggi tutti

<<>0
0/

Possono due persone molto diverse, per carattere, provenienza e abitudini, andare così d'accordo, avere così tante cose in comune, da decidere di sposarsi? La risposta è sì, se si guarda alla storia d'amore nata tra Cindy e Armando. Tedesca lei, di un piccolo paesino nel nord della Germania - "Non provate nemmeno a cercarlo su Google - dice - Non lo trovereste!", messicano lui, "di Cuernavaca, la città dell'eterna primavera, nelle vicinanze di Mexico City", commenta lui, si incontrano cinque anni fa… a Londra in un laboratorio di chimica alla University College London, "Io ero lì per iniziare il dottorato di ricerca, lei come studentessa Erasmus. Ovviamente, fui io ad attaccar bottone: lei è pur sempre tedesca!", commenta divertito Armando. Esercitazione dopo esercitazione, uscita dopo uscita, scoprono di avere molte cose in comune, dalla data di nascita - "Entrambi festeggiamo il 16 febbraio il nostro compleanno!" - fino all'amore per il proprio lavoro, passando per la passione per i viaggi, affinità che non tardano a far scoccare la scintilla.

Una fiamma che ancora oggi brucia e che li ha portati alla decisione unanime di sposarsi il 12 ottobre scorso. "Il nostro è stato un matrimonio particolare, non convenzionale, proprio come noi", spiega Armando. "Ci siamo sposati al Jardín Huayacán di Cuernavaca, la mia città natale, in Messico. Volevamo una cerimonia informale e libera dagli schemi. Per questo, abbiamo scelto questa location per un matrimonio all'aperto, in cui a farci da scenario c'era una foresta di bambù". Dall'allestimento floreale fino agli abiti delle damigelle - sei per Cindy e sei testimoni per Armando - passando per il bouquet, tutto era in bianco e giallo, i colori scelti dalla coppia per le loro nozze al sapore di sole. "La casualità ha voluto che quel giorno piovesse per cinque minuti, proprio ad ottobre, quando in teoria non dovrebbe piovere. L'abbiamo vista come una benedizione: come si dice, matrimonio bagnato, matrimonio fortunato!".

Anche la cerimonia stessa è stata rivisitata ad opera degli sposi: "Nonostante nessuno di noi due è religioso, abbiamo voluto dare ai nostri invitati l'illusione di partecipare a una cerimonia tradizionale, dove però al posto delle letture e del Vangelo si sono tenuti i discorsi del mio migliore amico e del fratello di Cindy. Poi ci siamo scambiati le promesse e gli anelli, in inglese, ma ci siamo premurati che tutti potessero partecipare, preparando dei libretti con le traduzioni in tedesco e spagnolo". Tradizionale invece è stata la scelta dell'abito: un completo classico per lui e una creazione dell'ultima collezione di Hervé Mariage per lei, leggermente modificata sul corpino, cui è stato applicato del tulle per coprire le spalle.

E l'addio al nubilato/celibato com'è stato? "Abbiamo voluto qualcosa di speciale anche in questo caso: abbiamo affittato per un intero weekend due case sulle colline di Acapulco, affacciate sull'Oceano Pacifico, una per le ragazze e una per noi ragazzi. La prima sera abbiamo tenuto una festa in separata sede, l'addio al nubilato e celibato vero e proprio, mentre l'indomani abbiamo trascorso l'intera giornata in spiaggia con festa in comune in serata. Uno dei più bei weekend della mia vita!".

E ora, dove vivete? In Germania o in Messico? "A dire il vero, ora la nostra carriera come ricercatori oncologici ci terrà separati fino all'estate del 2014, quando Cindy finirà il suo dottorato ad Oxford e io il mio post-dottorato a Stoccolma. Solo allora potremo vivere insieme, ma né in Germania né in Messico… almeno per ora".

DA STYLE.IT

  • News

    Family every Day, il web risponde al Family Day

    Family every Day, il web risponde al Family Day

  • News

    Bansky, nuova opera dedicata ai "miserabili" di Calais

    Bansky, nuova opera dedicata ai "miserabili" di Calais

  • News

    Asterix e Obelix contro il terrorismo #JeSuisParis

    Asterix e Obelix contro il terrorismo #JeSuisParis

  • News

    Parigi, è il giorno dell'omaggio alle vittime

    Parigi, è il giorno dell'omaggio alle vittime

Iscriviti adesso alla newsletter settimanale di SPOSA