Megan e Michael: wedding in colors

di Francesca Favotto 

Una coppia di New York ha scelto l'Italia come destination wedding, affidando la regia del proprio matrimonio ad Angelo Garini, che per l'occasione ha scelto come tema... i cavalli e i colori!

Francesca Favotto

Francesca Favotto

ContributorScopri di piùLeggi tutti

<<>0
0/

Una coppia proveniente da New York, un'incantevole villa a bordo lago e l'immancabile nota di colore, elegante cifra stilistica di uno dei più stimati progettisti di eventi: ecco gli elementi irrinunciabili per il matrimonio perfetto, firmato dall''architetto dei sogni' Angelo Garini.

"Amo molto il colore e, pur dicendo che non si sbaglia mai scegliendo il tutto bianco per gli allestimenti del proprio matrimonio, mi piace proporre agli sposi, soprattutto a quelle coppie che si dimostrano più all'avanguardia nel seguire le nuove tendenze, una serie di proposte alternative, che mescolino tonalità inusuali". È il caso delle nozze di Megan e Michael, che hanno avuto luogo il luglio scorso a Villa Garini e Cà Bianchetti, sul Lago Maggiore: "Ho proposto di utilizzare i colori più caldi, quindi arancio, rosa e lilla, in una mescolanza assolutamente gioiosa e particolare e loro hanno detto subito di sì, chiedendo solo che la loro passione per i cavalli fosse in qualche modo ricordata negli allestimenti".

La cerimonia si è svolta nel chiostro di Palazzo Perabò, sede del Museo della Ceramica di Laveno; la sposa, arrivata in barca, ha trovato ad accoglierla un percorso di fiori, che l'ha condotta sotto ad un gazebo bianco, allestito per rendere più intimo lo spazio della coppia. Dopo il rito, gli sposi, sempre in motoscafo, hanno raggiunto la Villa dove si è svolto il ricevimento.

"Come mia cifra stilistica, non poteva mancare un grande tavolo scenografico, dove un'installazione artistica realizzata da un artista newyorchese, decorata poi con fiori colorati, si è mescolata a grandi coppe di vetro, ricolme di fiori. Per la cena, nella Barchessa della Regina, ho allestito un tavolo imperiale per gli sposi e per i loro amici più stretti, mentre per tutti gli altri, tavoli rotondi disposti in modo tale da consentire a tutti l'affaccio sul lago".

Il taglio della torta con lo sfondo dell'acqua e la luce di mille candele ha completato un evento davvero speciale. E i cavalli? Sono diventati il tema con i quali si sono dati i nomi ai tavoli tramite la realizzazione di piccoli acquarelli realizzati appositamente per l'occasione e hanno avuto il posto d'onore come cake topper sulla wedding cake.

Foto di Gabriele Basilico

gariniimmagina.com

Iscriviti adesso alla newsletter settimanale di SPOSA