Catherine e Marioluca: matrimonio in stile neoclassico italiano

di Francesca Favotto 

Francia e Italia unite da un amore sbocciato nella città meneghina, grande protagonista dell'evento insieme agli sposi: ecco il matrimonio di Catherine e Marioluca, organizzato da Angelo Garini, l'architetto dei sogni.

Francesca Favotto

Francesca Favotto

ContributorScopri di piùLeggi tutti

<<>0
0/

Un palazzo splendente di luci, arte, storia e bellezza, che si celano dietro a una sobria facciata. Una preziosa chiesa nella Milano più antica, ricca di una scenografia unica, che pone l'altare e gli sposi al centro e nel cuore della celebrazione. A collegare la storia di due ambienti così lontani per stile ed epoca di realizzazione, il bianco assoluto dei fiori che hanno illuminato una tiepida giornata d'autunno. Ecco gli ingredienti della favola di Catherine e Marioluca, che si sono detti sì nella chiesa di San Marco a Milano, per poi spostarsi per il ricevimento presso Palazzo Spinola, dal 1808 sede della Società del Giardino. A fare da regista all'evento, Angelo Garini, l'architetto dei matrimoni, nonché dei sogni di ogni coppia.

Gli sposi, lui italiano, manager di una multinazionale del mondo della moda, lei francese, studentessa all'Istituto di Belle Arti di Parigi, si sono incontrati a Milano e hanno quindi voluto che il loro matrimonio fosse un omaggio alle bellezze nascoste della città, da qui la scelta di luoghi così carichi di storia e atmosfera, dove intervenire con un progetto che fosse solo una sottolineatura di quanto di bello già c'era. "Mentre io mi sono occupato della parte creativa, Alessandra, mia preziosa collaboratrice nella realizzazione di questo evento, ha tenuto le fila del discorso con gli sposi, divisi tra Milano e Parigi - racconta Garini - In chiesa ho deciso di creare un abbraccio di essenze verdi, intrecciate tra loro, e sfere di fiori, mettendo in risalto la posizione degli sposi, già importante per la particolare conformazione della chiesa stessa. Nel palazzo che ha ospitato l'evento, invece, affacciato su uno di quei preziosi giardini che la città regala come oasi di pace a chi le sa scoprire, ecco un rincorrersi di sfere di fiori e intrecci di essenze naturali, che si alternano ad antichi candelieri in ferro battuto. Le tovaglie riprendono le tinte degli stucchi, quindi una tonalità celadon che si unisce all'oro dei capitelli e delle modanature".

Per il taglio della torta, bianca, con delicate decorazioni in oro, il giardino è stato trasformato in un piccolo ambiente a cielo aperto, dove gli ospiti hanno potuto celebrare la gioia degli sposi, brindando con il miglior spumante italiano e il miglior champagne francese.

Foto: Paolo Soave

DA STYLE.IT

  • News

    Family every Day, il web risponde al Family Day

    Family every Day, il web risponde al Family Day

  • News

    Bansky, nuova opera dedicata ai "miserabili" di Calais

    Bansky, nuova opera dedicata ai "miserabili" di Calais

  • News

    Asterix e Obelix contro il terrorismo #JeSuisParis

    Asterix e Obelix contro il terrorismo #JeSuisParis

  • News

    Parigi, è il giorno dell'omaggio alle vittime

    Parigi, è il giorno dell'omaggio alle vittime

Iscriviti adesso alla newsletter settimanale di SPOSA