Effetti speciali...

di Simona Marchetti 

Simona Marchetti

Simona Marchetti

ContributorLeggi tutti

Immaginate la scena: parte la marcia nuziale, lui all'altare come si conviene e lei al braccio di papà, bouquet stretto in mano e sorriso stampato in faccia, mentre tutti gli invitati guardano il suo vestito, pronti a criticarlo per qualche motivo a scelta (perché ce n'è sempre almeno uno) ma restano letteralmente senza parole di fronte allo spettacolo che si para loro davanti.

Già, perché l'abito scelto in questa occasione in realtà è tutto meno che un abito, diciamo piuttosto un "bikini da sposa", con il pezzo sotto fatto a perizoma supersexy (giusto un laccettino che passa proprio in mezzo ai glutei, che devono necessariamente essere "cellulite free") e completo di virginale velo bianco che corre dalla testa ai piedi.

Insomma, non proprio un outfit di quelli che passano inosservati e che farebbe magari un figurone in una cerimonia sulla spiaggia, ma che in chiesa rischia di far venire un coccolone a tutti i presenti. La provocatoria mise è opera del brand tedescho Kaviar Gauche (http://www.kaviargauche.com/official/), ovvero Alexandra Fischer-Rohler e Johanna Kuhl, che dal 2003 (anno di fondazione dell'etichetta) stupisce ad ogni collezione con qualche effetto speciale: nella stagione 2009/10 toccò alle borsette, presentate da modelle praticamente nude in passerella ma con le handbag piazzate strategicamente laddove serviva, mentre all'ultima settimana della moda di Berlino le due designer, considerate una sorta di "cani sciolti" del bridal world, hanno voluto dare la loro personalissima interpretazione dell'abito bianco per eccellenza.

Ovviamente, il "bikini da sposa" è solo un modello da sfilata (ma chissà che qualche futura sposa vip - un nome su tutte, Lady Gaga - non avrà il coraggio di indossarlo per davvero) perché in realtà il brand propone anche una collezione decisamente più convenzionale, in linea coi canoni della tradizione, sebbene pure qui non manchino divagazioni sul tema, come la giacca da smoking bianco latte con la gonna a balze in tulle attaccata sotto (http://www.kaviargauche.com/official/) o il blazer corto in vita in pitone e cotone con le spalline imbottite e i pantaloni ampi alla caviglia (http://www.kaviargauche.com/official/), per dare comunque sempre agli invitati qualcosa di cui sparlare. Se no, che matrimonio è?

DA STYLE.IT

  • Sposa

    Grenada, il reportage: prove tecniche di luna di miele

    Un'isola piccola sperduta nel Mar dei Caraibi, un resort cinque stelle lusso studiato apposta per le coppie, io e lui inviati per vivere l'esperienza della luna di miele in anteprima: ecco il nostro reportage.

  • Sposa

    Grenada, l'isola del romanticismo

    Grenada è una piccola isola delle Antille, soprannominata “isola delle spezie”. Ma da qualche anno qui Sandals Resorts ha aperto il suo quattordicesimo indirizzo, il Sandals La Source, incantevole meta per chi desidera una luna di miele indimenticabile o addirittura, sposarsi direttamente sulla spiaggia, senza troppe preoccupazioni. Conosciamo più da vicino questa realtà.

  • Sposa

    Michela + Gennaro: matrimonio al tramonto!

    Alle volte, essere fuori dal coro significa fare le scelte meno scontate, quelle che nessuno mai farebbe: come Michela e Gennaro che per il loro matrimonio hanno rifiutato di... Scopritelo qui!

  • Sposa

    Lara + Fabio: matrimonio in tandem!

    Regola numero uno: divertirsi e che tutto fosse il più naturale possibile! Così hanno voluto il loro matrimonio Lara e Fabio e così l'hanno realizzato: una festa indimenticabile, immersa nelle colline del Monferrato. Sbirciate qui!

Iscriviti adesso alla newsletter settimanale di SPOSA