I CHOO-se… my bridal shoes!

di Francesca Favotto 

Alzi la mano chi non vorrebbe un paio di Jimmy Choo da sfoggiare ai piedi! Dopo questo plebiscito, sappiate che da oggi anche per le future spose sarà possibile indossare queste fantastiche creazioni. Non ci credete? Leggete qui!

Francesca Favotto

Francesca Favotto

ContributorScopri di piùLeggi tutti

Le abbiamo viste indossate dalle divine dei red carpet e le abbiamo sognate ai nostri piedi. Abbiamo osannato Carrie Bradshaw in Sex and the City, che ce le ha fatte conoscere, e l'abbiamo maledetta perché non riuscivamo a capire come potesse permettersi tutte quelle lussuosissime paia con uno stipendio da colonnista sul New York Star (effettivamente ancora adesso è un mistero, a pensarci bene!).

Sono le scarpe che tutte noi ci ripromettiamo di regalarci, non appena il conto in banca passa da un rosso inquietante a un colore un po' più rassicurante: stiamo parlando delle Jimmy Choo, le preziosissime scarpe rimaste 'orfane' dall'ex direttore creativo Tamara Mellon, che ha lasciato il marchio lo scorso novembre, fondato da lei stessa nel 1996 e che in 16 anni è diventato sinonimo di lusso ed esclusività.

Dopo aver fatto girare la testa a milioni di donne, oggi Jimmy Choo ha deciso di far capitolare la tipologia di donna forse più esigente di tutte, vuoi perché sa già cosa vuole, vuoi perché l'evento in cui sfoggiare il suo bellissimo paio di scarpe è unico e irripetibile: la sposa.

La Collezione Bridal offre un'ampia scelta di modelli, con materiali che spaziano dal delicato pizzo e raso di seta vintage a quelli impreziositi da cristalli Swarovski. Come sempre improntato all'innovazione, Jimmy Choo non propone calzature per spose tradizionali, ma creazioni di classe, dal tocco esclusivo, con l'immancabile tessuto glitter champagne che è diventato la firma della maison. Ogni modello si ispira a quelli visti sui red carpet, spaziando dai più tradizionali con plateau o peep toe a quelli più audaci, come gli ankle boots o i sandali piatti multi fascia, per spose non convenzionali.

E per coccolare la sposa che lo sceglie, Jimmy Choo le riserva lo stesso trattamento che si addice a una star: una giornata di shopping a base di champagne per l'entourage della sposa e la tintura delle scarpe, sia prima della cerimonia, affinché si intonino all'abito, che dopo, per far sì che la sposa possa continuare a indossarle anche durante il ricevimento.

Per visionare la nuova collezione Sposa, è possibile fare un giro nella boutique sposa online su www.jimmychoo.com, che presenta anche le sezioni dedicate alla madre della sposa, alle damigelle, allo sposo, agli ospiti e alla luna di miele. Il sito, recentemente rinnovato, offre anche un servizio di consulenza per l'organizzazione di matrimoni su weddingadvisor@jimmychoo.com .

Ma se volete assaporare dal vivo una shopping experience da Jimmy Choo, una selezione della Collezione Sposa è disponibile presso tutti i negozi monomarca, con aree dedicate a Londra, in Sloane Street, a  Beverly Hills, in Rodeo Drive e a Milano, in Via Sant'Andrea.

Iscriviti adesso alla newsletter settimanale di SPOSA