Un matrimonio
da piccolo schermo

di Simone Cosimi 

Davide Mengacci pare ormai preistoria: digitale terrestre e satellite sono invasi da programmi e format che spolpano in profondità il baraccone delle nozze. Ecco una rassegna dello sposalizio in tv, per capire cosa e come è cambiato. Anche in tempi di crisi

Simone Cosimi

Simone Cosimi

ContributorScopri di piùLeggi tutti


Un matrimonio da piccolo schermo - Corbis Images

Un matrimonio da piccolo schermo - Corbis Images

Ci si sposa meno, è vero. L'emorragia annua ammonta in Italia a un poco lusinghiero -6%. Ovunque, a quanto pare, tranne che in televisione. Che il piccolo schermo abbia sempre avuto un rapporto privilegiato col giorno del fatidico sì è pura storia del mezzo. D'altronde, le nozze costituiscono una cornice ideale non solo per gli spunti intrinseci alla scelta che fa loro da perno ma anche e soprattutto per sviluppare i temi più diversi, che qui trovano clamorose convergenze: da quello gastronomico a quello del design, della moda, dell'arredamento d'interni e perfino, in senso lato, dell'architettura. Senza dimenticare tutto il lato psicoemotivo e delle interminabili disquisizioni su stile e gusto. Scene da un matrimonio, la celeberrima e indimenticabile trasmissione che ci svegliava la domenica mattina, con Davide Mengacci che fra il 1989 e il 1994 ha frugato l'Italia infiltrandosi nei più coloriti sposalizi, pare ormai preistoria da ricordare con affetto. Era proprio il clima a essere del tutto diverso: primi anni Novanta, così vicini così lontani, l'alba del reality-boom, prima dell'esplosione delle emittenti dedicate a dirci come-cosa-quando fare qualsiasi cosa della nostra vita. Leggi alla voce Real Time, tanto per non fare nomi.

Vero: Per tutta la vita, su Rai1, ha chiuso con un flop assordante: share del 10,4%. Non ha retto che un paio di puntate. Motivo? Roba vecchia, smielata, insostenibile, quella raccontata da Fabrizio Frizzi e Natasha Stefanenko sulla tv di Stato (l'unica a non essere ancora riuscita a ributtarsi con successo nel polposo filone). Oggi le trasmissioni che mettono al centro il matrimonio lo fanno infatti con chiavi di lettura molto nette, linguaggi concreti e obiettivi precisi. C'è, per esempio, Matrimoni da favola (Lei, canale 127 di Sky), che punta semplicemente alla perfezione. Fra wedding planner, stilisti, truccatori, hair-stylist e compagnia celebrante va in scena una rassegna dei migliori (o peggiori, fate voi) matrimoni possibili. L'idea ruota intorno ai sogni e ai desideri, anche i più assurdi e trash - anzi, meglio se tali - della coppia. Oppure c'è, un po' sulla stessa linea, Wedding planners (Real Time, canale 31 del digitale terrestre, canale 124/125 di Sky) con l'ossuto Enzo Miccio alle prese con coppie esigenti su ogni dettaglio, dalla location al menu. E se non è la cerimonia di per sé, al centro dei programmi in onda in questo autunno della crisi ci sono i vari ingredienti, presi uno per uno: per esempio in Abito da sposa cercasi Xxl (sempre Real Time), c'è la spasmodica (e comica) ricerca del vestito ideale per spose un tantino fuori misura.

Insomma, pare che sia in fondo proprio l'amore e il rapporto fra futuri sposi a essersi eclissato: la scena è stata infatti prepotentemente rubata da tutto il baraccone che circonda le nozze. Meglio se etnopittoresco (come nel caso de Il mio grosso grasso matrimonio gypsy Us, ancora su Real Time) o in salsa uomo Vs. donna (come in Non ditelo alla sposa Italia, su Lei, dove l'organizzazione del matrimonio è totalmente affidata alle spesso bislacche idee dello sposo). Natasha Stefanenko, però, fatta fuori dalla Rai rientra dalla finestra con Cambio vita mi sposo (Cielo, canale 26 del digitale terrestre), dove il taglio è più legato all'immagine e all'aspetto della coppia (un Brutto anatroccolo in salsa nuziale). Non mancano infine - ma non vi auguriamo di certo di finirci in mezzo - i format che, sull'onda dei sempre più numerosi divorzi, riescono a trasformare in carne da macello televisivo anche i matrimoni che si spengono: è il caso di Arrivederci amore ciao (su La7d vi insegnano a farlo senza traumi). Sposarsi (in tv), non è insomma più come prima.

DA STYLE.IT

  • News

    Meteo: stop al caldo, torna l'inverno

    Meteo: stop al caldo, torna l'inverno

  • News

    Arrestata infermiera killer a Piombino

    Arrestata infermiera killer a Piombino

  • News

    I genitori di Giulio Regeni: «Vogliamo verità e giustizia per nostro figlio»

    I genitori di Giulio Regeni: «Vogliamo verità e giustizia per nostro figlio»

  • News

    Oscar 2016, trionfo Spotlight ma anche DiCaprio

    Oscar 2016, trionfo Spotlight ma anche DiCaprio

Iscriviti adesso alla newsletter settimanale di SPOSA