San Valentino, scappatella per tre italiani su cinque

di Simone Cosimi 

Una ricerca conferma il paradosso della festa degli innamorati: prima, durante o dopo si consumeranno centinaia di migliaia di tradimenti. Per il 62 per cento degli intervistati è un momento piccante per consumare un adulterio antiroutine

Simone Cosimi

Simone Cosimi

ContributorScopri di piùLeggi tutti


San Valentino, scappatella per tre italiani su
cinque

San Valentino, scappatella per tre italiani su cinque

Sarà che alla fine il discorso è sempre quello: il gusto del rischio. Sarà che i climi festivi solleticano i pruriti più nascosti. È così, per esempio, anche per il Natale. Chissà. Le ragioni possono essere infinite, tante quante le intricate idee che passano per la testa di una coppia d'innamorati, sposi o meno. Fatto sta che, secondo una ricerca condotta dal portale Incontri-extraconiugali.com, per tre italiani su cinque a San Valentino si tradisce di più. Paradosso dei paradossi, la festa degli innamorati rischia dunque di trasformarsi - nella realtà e senz'altro nell'immaginario collettivo - nell'anticamera dell'adulterio più scoppiettante. Proprio perché, appunto, ad alto tasso di proibizione. Tempo di riannodarsi la cravatta o sistemarsi la gonna, e via catapultati dall'alcova pomeridiana alla romantico desco serale.

L'indagine, condotta su un campione di mille persone di entrambi i sessi fra i 24 e i 60 anni, sottolinea dunque una marcata propensione all'incontro fugace, al tradimento piccante prima, dopo o addirittura durante la festa di San Valentino. Per la serie cioccolatini, rose rosse e coccole a gogo col partner e, dietro l'angolo, San Faustino con l'amante. Per non scontentare proprio nessuno. Nulla d'importante, per carità: fast sex, rapporto effimero, che non metterà a rischio - sempre secondo i libertini intervistati - la tenuta del rapporto o del matrimonio. Sempre secondo le persone interpellate la scelta della festa dell'amore sarebbe un modo singolare per combattere la routine (78 per cento), superare un conflitto di coppia (69 per cento) o schivare momentanee difficoltà sessuali (54 per cento). La stranezza è che, proprio nel giorno in cui una coppia dovrebbe sentirsi più intimamente connessa che mai, rischia di esplodere in mille pezzi.

Il 62 per cento del campione ritiene appunto che a San Valentino si tradisca di più. Segno, in fondo, che la tentazione già popola i desideri dei rispondenti. D'altronde, il dato è direttamente proporzionale alla scarsa soddisfazione dei rapporti di coppia: solo il 35 per cento degli intervistati, a ben scavare nei numeri del sondaggio, è contento del proprio partner. Da questa frustrazione scatta micidiale la ricerca della scappatella pre (o post) cena romantica. Proprio perché condisce di adrenalina un periodo di grandi attenzioni, spesso magari obbligate dalle convenzioni. Insomma, un mix davvero letale. Come se non bastasse - e ciliegina sulla torta - sette scappatelle su dieci scoccheranno proprio attraverso le mille risorse individuabili su internet. Provateci un po' voi a stare tranquilli la sera del 14 febbraio, quando vi fisserete occhi negli occhi.

DA STYLE.IT

  • News

    Meteo: stop al caldo, torna l'inverno

    Meteo: stop al caldo, torna l'inverno

  • News

    I genitori di Giulio Regeni: «Vogliamo verità e giustizia per nostro figlio»

    I genitori di Giulio Regeni: «Vogliamo verità e giustizia per nostro figlio»

  • News

    Oscar 2016, trionfo Spotlight ma anche DiCaprio

    Oscar 2016, trionfo Spotlight ma anche DiCaprio

  • News

    Unioni Civili, ddl Cirinnà arriva alla Camera

    Unioni Civili, ddl Cirinnà arriva alla Camera

Iscriviti adesso alla newsletter settimanale di SPOSA