Wedding tourism, se gli stranieri scelgono l'Italia

di Simone Cosimi 

Boom per le coppie estere che vengono a sposarsi nel Belpaese: nel 2012 sono state oltre 6.000 per un giro d'affari complessivo da 315 milioni di euro. Ad affascinarle Toscana e Costiera amalfitana su tutte oltre a storia, cultura e cibo

Simone Cosimi

Simone Cosimi

ContributorScopri di piùLeggi tutti


Wedding tourism, se gli stranieri scelgono l'Italia -
Corbis Images

Wedding tourism, se gli stranieri scelgono l'Italia - Corbis Images

Il wedding tourism in Italia non conosce crisi. Sono stati oltre 6.000 i matrimoni di stranieri celebrati nel 2012. Futuri mariti e mogli da ogni parte del globo che hanno scelto il Belpaese come romantico e colorato fondale per il loro giorno più importante. Lo dice una ricerca confezionata da Jfc, che racconta anche una serie di altri numeri e informazioni interessanti: dati che ci fanno capire come le nicchie economiche, per questo Paese, siano infinite. Per esempio il costo, che significa anche un certo indotto per le aziende di casa nostra, dalla ristorazione ai trasporti: ciascun matrimonio porta via alle tasche delle coppia circa 51mila euro. E fra le location preferite svetta incontrastata la Toscana (scelta per il 43,5 per cento delle nozze, quasi una su due), seguita a debita distanza da Costiera amalfitana, Umbria e Veneto, e cioè in sostanza Venezia e Verona. Ma gli stranieri stanno per scoprire, lo confermano i trend in crescita, mete nascoste e altrettanto affascinanti come la Puglia e i laghi di Garda, di Como e il Friuli-Venezia Giulia.

"L'immagine dell'Italia nel mondo è un fattore di straordinario impulso per questo tipo di turismo" racconta Massimo Ferruzzi, amministratore di Jfc. Che conferma come i seimila matrimoni abbiano a loro volta generato "oltre un milione 221mila presenze e un fatturato complessivo di 315 milioni di euro. È unod ei pochi settori che non ha risentito della crisi e ha visto affluire presenze di 25 nazionalita". Già, i turisti matrimoniali (sposi inclusi): da dove vengono? A preferirci sono gli inglesi (10,5 per cento del totale) seguiti da russi (9,4) appaiati agli americani (9,4), giapponesi (7,8), canadesi (7,6), scozzesi e irlandesi (6,4). E ancora mariti, mogli, cugini e suocere da Arabia Saudita (6,3 per cento), Australia (5,2), Cina (4,6) e Brasile (4,2). Più freddini i vicini di casa europei: solo 4 per cento dalla Repubblica Ceca, 2,7 dall'Austria e 2,4 dalla Svizzera. Francesi e spagnoli se ne stanno a casa loro.

Una volta che si è speso per arrivare in Italia, sposi e carrozzone al seguito (in media, meno di una quarantina di invitati per coppia, mica facile portare la nonna da Tokyo al matrimonio del nipote a Firenze) si trattano bene. Fra gli alloggi più gettonati, spesso utilizzati anche per la stessa cerimonia di nozze, ci sono infatti gli hotel de charme (29,6 per cento delle scelte), seguiti da ville, castelli, fortezze, agriturismi e palazzi storici. Mica fessi. La sensibilità statunitense sta inoltre inoltre iniziando a far breccia nelle proposte messa a punto dalla flotta di wedding planner internazionali, con richieste particolari di celebrazioni all'aperto, dalla spiaggia al vigneto fino alla barca a vela. C'è davvero di tutto nel mazzo delle preferenze di chi viene da oltre confine. Le coppie scelgono l'Italia ovviamente per il fascino esercitato da cultura e storia ma anche perché costituisce da sempre - c'è poco da fare, il caos politico per fortuna non intacca il nostro fascino - un'autentica meta da sogno. Fortissimo il richiamo della gastronomia e del romanticismo ma anche del passaparola nuziale: il 10,5 per cento dice infatti di averlo fatto perché gli era stato raccontato. Seguono poi la facilità nel raggiungere lo Stivale, "perché è il centro del mondo" e la qualità delle persone. Auguri, e mandateci una foto dei bambini.

DA STYLE.IT

  • News

    Meteo: stop al caldo, torna l'inverno

    Meteo: stop al caldo, torna l'inverno

  • News

    Arrestata infermiera killer a Piombino

    Arrestata infermiera killer a Piombino

  • News

    I genitori di Giulio Regeni: «Vogliamo verità e giustizia per nostro figlio»

    I genitori di Giulio Regeni: «Vogliamo verità e giustizia per nostro figlio»

  • News

    Oscar 2016, trionfo Spotlight ma anche DiCaprio

    Oscar 2016, trionfo Spotlight ma anche DiCaprio

Iscriviti adesso alla newsletter settimanale di SPOSA