Mondiali: in Brasile calo del 60% dei matrimoni a giugno

di Francesca Favotto 

L'inchiesta, realizzata dalla redazione di São Paulo del wedding site Zankyou, analizza una delle tante conseguenze che la 'Copa do Mundo' ha provocato nel Paese che ospita i Mondiali ora in corso.

Francesca Favotto

Francesca Favotto

ContributorScopri di piùLeggi tutti

Non c'è niente da fare: i Mondiali, in quanto evento di portata globale, fanno parlare di sè, nel bene e nel male. Oggi, per esempio, l'argomento principe della giornata è la sconfitta dell'Italia contro l'Uruguay e andrà avanti così per giorni, e non sono mancate le classiche polemiche nelle scorse settimane: lavori in corso, trasporti bloccati, tariffe dei taxi alle stelle, pulizia brutale delle zone più povere della città e manifestazioni intenzionate a boicottare la World Cup 2014, in un Paese come il Brasile, dove sono stati stanziati oltre 14 miliardi per l'evento e le persone ogni giorno lottano contro la fame e la povertà.

Uno degli effetti collaterali di questa cosa è stata la diminuzione dei matrimoni celebrati in Brasile a giugno del ben 60% rispetto allo stesso mese di un anno fa. In Brasile, secondo il IBGE (Instituto Brasileiro de Geografia e Estatística, il nostro ISTAT, quindi) vengono celebrati ogni anno oltre un milione di matrimoni, con picchi in giugno e luglio, periodo super richiesto, come in Italia lo sono maggio, giugno e settembre.

Invece, il mese ora in corso presenta una brusca frenata relativa al numero di coppie pronte all'altare, soprattutto nelle tre principali città in cui sono disputate le partite più importanti: a Rio de Janeiro in questo mese sono stati celebrati il 23% in meno di matrimoni rispetto all'anno scorso, a São Paulo il 17% in meno e a Salvador siamo a quota meno 11%.

Non indifferenti le conseguenze per i fornitori del settore wedding, che per ridurre le perdite, hanno lanciato varie promozioni e sconti per chiunque volesse compiere il grande passo in concomitanza con i Mondiali.

Nella speranza che l'amore, alla fine, vinca. E senza attendere il fischio finale dell'arbitro.

Fonte: Zankyou.com, il sito web gratuito per il matrimonio, disponibile in 20 Paesi e 8 lingue.

Iscriviti adesso alla newsletter settimanale di SPOSA