Da oggi il wedding planner è una figura professionale certificata

di Francesca Favotto 

Grazie all'Associazione Wedding Planners Italia è stato possibile raggiungere quest'importante traguardo per la categoria.

Francesca Favotto

Francesca Favotto

ContributorScopri di piùLeggi tutti

Notizia dell'ultim'ora nel settore del matrimonio, e non di poco conto: da oggi la figura professionale del wedding planner è certificata, grazie all'Associazione Wedding Planners Italia, fondata nel 2007 e guidata da Stefania Arrigoni, che in collaborazione con Fac Certifica ha costituito un tavolo tecnico con i più autorevoli operatori del settore wedding per finalizzare questo progetto. Un lavoro che ha dato origine a una scheda contenente i requisiti minimi della figura professionale del wedding planner, secondo i criteri di logistica e attitudine dell'utenza italiana, le fondamenta di un lungo percorso verso la regolamentazione della categoria, che hanno permesso di attivare i primi esami.

Oggi, ogni wedding planner può candidarsi all'esame ed ottenere una certificazione riconosciuta da Fac Certifica, ente accreditato da Accredia (unico ente italiano di accreditamento riconosciuto dallo Stato).
"Questo è solo il primo passo, ma già un importantissimo traguardo, che porterà alla richiesta di conformità alla normativa UNI predisposta per la categoria professionale - dichiara Stefania Arrigoni, Presidente di AWP - Questo successo è stato raggiunto grazie al serio impegno dell'Associazione e grazie a chi coscienziosamente ha collaborato con noi".

Da circa un anno, con la Legge 4/2013 sulle disposizioni in materia di professioni non organizzate, è finalmente iniziato il percorso volto a dare un riconoscimento a quelle professioni senza albo che sono sempre state svolte di fatto senza alcuna regolamentazione. Grazie ad AWP, si costituisce un modello basato non su ordini e collegi, ma su associazioni professionali, alle quali viene riconosciuto il compito di valorizzare e promuovere determinate attività, con vantaggio per lo stesso professionista e a tutela e garanzia del consumatore. Attraverso la costituzione di un preciso quadro normativo di riferimento, si rende possibile chiarire e delimitare il campo di operatività risolvendo ambiguità e conflitti tra professionisti e tra professionisti e utenti.

In questo modo si è aperta la strada per la professione del wedding planner a cui, attribuiti specifici requisiti professionali e formativi, è permesso di raggiungere standard di qualità sempre più elevati.

Per maggiori informazioni: http://www.associazionewp.it/

Iscriviti adesso alla newsletter settimanale di SPOSA