Matrimonio e dintorni: ecco "Le parole d'amore"

di Francesca Favotto 

Come è difficile parlare d'amore, trovare le giuste parole per dire tutto quello che si ha dentro... Oggi c'è chi lo fa per te: basta affidarsi a Loredana Ranni, giornalista e wedding reporter. Ovvero? Ce lo spiega lei!

Francesca Favotto

Francesca Favotto

ContributorScopri di piùLeggi tutti

Quando si tratta d'amore, è difficile trovare le parole: quante cose si vorrebbero dire o scrivere all'amato e invece, per paura di sbagliare o di non fare bella figura, ci si limita a un semplice "Ti voglio bene" o "Ti amo"? Che non è poco, solo a volte si vorrebbe dedicare qualcosa più 'd'effetto', che colpisca al cuore. Per questo, entra in scena Loredana Ranni, giornalista professionista, specializzata in moda e bellezza, con qualche incursione nel mondo del wedding, che ha fatto emergere tutta la sua passione per il matrimonio e dintorni, valendole il soprannome di 'la signora degli anelli'.

"Dall'età di 18 anni - dopo aver dipinto a mano le 120 bomboniere degli zii Raimondo e Gabriella - ho iniziato ad aggiornare puntualmente il quaderno 'idee per un matrimonio' con appunti di stile e galateo, foto, ritagli di giornali, disegni, note. Poi, per avere una preparazione completa sul tema nozze, ho seguito un corso di formazione per wedding planner, un altro di floral design e un terzo di cake design. Fino ad approdare al ruolo che mi calza più a pennello: quello di wedding reporter".

È così che è nato il progetto "Le parole d'amore", un servizio che ruota a 360° attorno al sentimento più bello che c'è: "Il wedding reportage è un genere di scrittura originale, che sta fra il romanzo d'amore e il reportage giornalistico. Il prodotto finale è sempre un libro, di cui propongo due versioni: il 'romanzo bomboniera', che viene consegnato agli invitati, al termine del ricevimento, come cadeau de mariage, e racconta della loro storia d'amore, aneddoti, persone, dettagli… e tutti quei particolari necessari per scrivere un romanzo d'amore, oppure un libro-ricordo, da tenere assieme all'album fotografico, in cui racconto anche il giorno dell'evento, attraverso le voci, le parole di ospiti, familiari, amici…, accompagnato dalle immagini fotografiche delle nozze. In questo caso, gli sposi possono decidere se tenerlo per sé o regalarlo ai rispettivi genitori o testimoni".

Ti occupi solo di wedding reportage? "No, mi occupo anche di scrivere lettere d'amore 'su commissione', in cui cerco di trasporre su carta tutte le emozioni, sensazioni e ricordi che 'vivo' durante l'intervista, e le promesse che gli sposi si scambiano durante il rito, ispirandosi ai matrimoni all'americana. Non solo: ho ideato anche la scrittura creativa applicata all'evento, ovvero su richiesta posso sviluppare un tema, ovviamente 'letterario', personalizzando le partecipazioni, il tableau de mariage, i bigliettini di ringraziamento con aforismi e citazioni studiate ad hoc".

Per maggiori informazioni: http://www.leparoledamore.it/

Foto di Marco Lussoso/SpazioElle

Iscriviti adesso alla newsletter settimanale di SPOSA