Make up: i trucchi per un buon trucco

di Francesca Favotto 

Come correggere i difetti di conformazione di un viso, soprattutto se si parla di una sposa, che deve apparire perfetta e radiosa? Roberto Gotti, make up artist di successo - da qualche mese docente on line di make-up professionale presso la RG Univeristy - ci rivela l'ABC delle correzioni dei più comuni difetti di un viso. Curiose di scoprire cosa abbiamo imparato? Leggete qui!

Francesca Favotto

Francesca Favotto

ContributorScopri di piùLeggi tutti


Ph: Lorenzo Mazzega - Make up Roberto Gotti

Ph: Lorenzo Mazzega - Make up Roberto Gotti

Spesso, guardando una sposa arrivare all'altare, capita di esclamare: "Che trasformazione! Quasi non la riconoscevo!". Le più maligne aggiungono con fare sornione: "Come han fatto a renderla così bella? Qui il truccatore ha fatto un miracolo!". Una cattiveria, ma con un fondo di verità. Perché se all'altare si arriva tutte perfette, senza punti neri, macchie o menti sporgenti, gran parte del merito è sua e delle sue correzioni. Magia? No, semplici trucchi da imparare e da riutilizzare all'occorrenza. Abbiamo intervistato Roberto Gotti, make up artist dall'esperienza trentennale e da qualche mese docente on line di make-up professionale presso la RG Univeristy, che ci ha rivelato i trucchi per correggere quei difetti dovuti alla conformazione del nostro viso.

"Preciso da subito che non esistono regole fisse per modificare o correggere determinati difetti, ogni truccatore lo farà sulla base del suo gusto personale. Però, posso svelarvi l'ABC delle correzioni viso, una serie di trucchetti per nascondere o dare volume alle parti del volto".

Partiamo dalle basi: cosa sono i punti luce e le ombreggiature? Come si effettuano? "Entrambi servono per regolarizzare il viso, ma mentre i primi danno volume a zone troppo ristrette, le ombre, invece, tolgono evidenza a parti troppo prominenti o importanti. Nel caso dei punti luce, agiremo con un prodotto in crema chiaro, tipo color champagne, perlescente, perché così possa riflettere la luce. Anche un prodotto in polvere, per esempio un ombretto champagne andrà bene, basta che venga applicato dopo la cipria, per una tenuta maggiore. Per le ombreggiature, invece, vanno preferiti i colori tortora, sul grigio o il marrone, o le terre abbronzanti, più scure della nostra pelle, in entrambi i casi, però, che siano opachi e non perlati. Si possono ottenere ombreggiature sia con i prodotti in crema, come i fondotinta, che con le polveri, come la terra, ma nel primo caso, andrà steso prima della cipria, per ottenere un fissaggio maggiore".

E ora passiamo all'ABC delle correzioni, passando in rassegna i difetti più comuni. Come fare per correggere un naso largo? "Facciamo una premessa: le ombre vanno create dove dovrebbero già esserci oppure vanno pronunciate quelle già esistenti. Un viso è come la tela di un pittore, solo con volumi già esistenti: sta a noi esasperarli o diminuirli, in base alle nostre esigenze. Detto questo, per ridimensionare un naso largo, basta scurire i lati del naso e creare un punto luce centrale".

Un mento sfuggente? "Se un mento è rientrante, senza personalità, basta creare un punto luce al centro per dargli volume".

E per gli zigomi schiacciati? "Vanno schiariti per dare loro volume".

Occhi ravvicinati e occhi troppo distanziati: come si procede? "Nel primo caso, per allontanarli, utilizzare un trucco più scuro all'esterno, che sfumerà verso la tempia e schiarire la radice del naso, per dare un effetto di distanziamento. Nel caso opposto, invece, fare il contrario: scurire la radice del naso e schiarire l'esterno occhi, per avvicinarli".

Infine, per chi ha l'attaccatura dei capelli bassa e quindi la fronte piccola? "L'unica cosa da fare è schiarire il centro della fronte con una crema perlescente chiara. Questo le donerà volume".

Iscriviti adesso alla newsletter settimanale di SPOSA