Guida alle partecipazioni nuziali

di Lorena Sironi 

Tradizionali, fai-da-te, via e-mail. Le partecipazioni si sono evolute per forma e contenuti e ora ce ne sono per tutti i gusti. A voi la scelta!

Lorena Sironi

Lorena Sironi

EditorScopri di piùLeggi tutti

<<>0
1/

Hanno trecento anni, ma non li dismostrano. Anzi, sono più vive che mai: sono le partecipazioni. Nel '700, quando nacque l'usanza di comunicare il giorno e l'ora della cerimonia, solo pochi privilegiati potevano permettersi questo lusso. Si trattava di incisioni all'acquaforte su lastre di rame, tirate al torchio, con una grafica opulenta fatta di ghirlande di fiori, fregi, stemmi e trofei.

E oggi? Non c'è granché di cambiato. Sono solo diventate più "social" e si sono adeguate alle esigenze dei nostri giorni: stampate su carta ecologica, personalizzate dalla foto degli sposi, argentate, rallegrate da disegni serigrafati o fustellati. Ce n'è per tutti i gusti!

Nessuno deve sentirsi dimenticato in un'occasione di gioia come un matrimonio. L'invio delle partecipazioni è quindi una fase importante dell'organizzazione e richiede cura e attenzione. L'elenco, preparato con largo anticipo, comprende i parenti, gli amici e i conoscenti, gli amici e i collaboratori dei genitori, le persone con cui siamo rimasti in buoni rapporti e con quelle con cui abbiamo rapporti professionali o semplicemnete quotidiani.

A questa prima lista ne seguirà un'altra molto più ristretta per gli invitati al ricevimento a cui inviare anche il cartoncino per il dopocerimonia. Una fase delicata che richiede savoir faire per evitare gaffes e malumori.

Quando mandarle?

In genere due mesi prima delle nozze per dare il tempo a tutti gli invitati di programmare la loro presenza, pensare all'abbigliamento e provvedere al regalo. L'invito sarà inviato per posta non attraverso agenzie di recapito.

I ringraziamenti

Anche se i ringraziamenti per i regali fanno parte di una fase successiva rientrano comunque in quel mondo di carta da prevedere in anticipo. Un'organizzazione super? Scrivere le buste dei biglietti di ringraziamento in contemporanea con quelle delle partecipazioni per evitare di cercare di nuovo l'indirizzo o di dimenticarne qualcuno.

Annotando regali e nomi dei donatori via via che i regali arrivano, il compito sarà più semplice e l'impegno del dopo luna di miele sarà solo quello di trovare una frase spiritosa o carina per una grazie personalizzato!

VEDI ANCHE> PARTECIPAZIONI DI NOZZE, VIA LIBERA?