Maestri di cerimonia: il matrimonio invernale

di Angelo Garini e Annagemma Lascari 

Quarto appuntamento con i nostri esperti Angelo Garini, l'architetto dei matrimoni, e Annagemma Lascari, stilista di abiti da sposa. Il tema di questo mese? Il matrimonio invernale. Editing di Lorena Sironi.

Angelo Garini e Annagemma Lascari

Angelo Garini e Annagemma Lascari

ContributorsLeggi tutti

<<>0
1/

Se desideri un matrimonio al top nulla può essere lasciato al caso e ogni dettaglio deve essere studiato nei minimi particolari. Ricevimento e abito della sposa, per esempio, sono argomenti che vanno di pari passo, non possono prescindere l'uno dall'altro. Se il ricevimento è organizzato, per esempio, in una location al mare, anche l'abito, o gli abiti che indosserai in chiesa e successivamente alla festa, dovranno essere in perfetto mood.

Ecco l'interpretazione di Angelo Garini, l'architetto dei matrimoni, per il life-style e di Annagemma Lascari, stilista di abiti da sposa, per l'abbigliamento che ti accompagnerà durante il grande giorno!

"Siamo a Roma, alla sommità del Gianicolo su  largo di Porta San Pancrazio, una distesa immensa di verde si affaccia sulla città eterna con una vista mozza fiato.
Villa Aurelia, di seicentesca costruzione si sviluppa in due livelli: il piano terra costituito da tre grandi sale e altre stanze più piccole, mentre una scala a chiocciola di marmo peperino conduce al piano nobile, dove affreschi e stucchi sono presenti in ottimo stato.Qui si è svolto il ricevimento nuziale, che fa seguito alla cerimonia religiosa.

Per una villa tanto importante, anche la chiesa non poteva essere da meno. La scelta è quindi caduta sul Mausoleo di santa Costanza, un'architettura unica caratterizzata dalla pianta circolare.

Proprio questa circolarità è stata spunto per una decorazione, realizzata nei toni del bianco  e del verde, che ha interessato, senza soluzione di continuità, tutti gli altari, posti lungo il perimetro esterno della chiesa.

Volutamente invece, l'altare principale e la zona occupata dagli sposi sono stati lasciati liberi, semplicemente sottolineati dalla presenza di composizioni a colonna sui gradini intorno alla mensa.

A Villa Aurelia, la mia scelta è stata quella di ideare un percorso che permettesse agli sposi e ai loro ospiti, di godere della magnificenza di tutte le sale, distribuite su più piani.

Per l'aperitivo quindi, la scelta è caduta sugli spazi affacciati sul giardino da un lato, e sul panorama imprendibile di Roma, dall'altro.

Al primo piano invece,  si è svolta la colazione.

Per gli sposi ho progettato un tavolo imperiale, rappresentazione di fasto e opulenza con una miriade di fiori bianchi intervallati da antichi candelieri di legno e mille candele su una preziosa tovaglia di raso verde bosco, per gli ospiti invece, tavoli rotondi, per permettere di sistemare intorno ad essi, il grande numero di ospiti presenti. Tutt'intorno i tavoli di marmo, originali dell'epoca di costruzione della villa , adornati da enormi vasi ricolmi di rose, lisianthus e, per immergersi in un'atmosfera natalizia, tralci di abete odorosi di resina.

All'approssimarsi della sera, entra in gioco la decorazione luminosa, ecco quindi che la facciata della villa si accende di colore, creando la giusta atmosfera per il momento magico della torta: sempre trionfale e, in quest'occasione, guarnita da sfere dorate che ci ricordano il tema natalizio.

Sempre in omaggio al periodo e alle suggestionidel Natale, gli ospiti hanno ricevuto, come originale cadeau, sfere natalizie ricoperte da antiche stoffe e impreziosite da ricercate passamanerie." Angelo Garini

"Per questo nuovo appuntamento ho voluto pensare non solo all'outfit della sposa ma anche a quello dello sposo, delle mamme, delle testimoni e dei piccoli invitati. Partiamo però, come sempre, dalla protagonista e regina indiscussa della cerimonia: la sposa! In occasione di questo tipo di matrimonio, ovvero invernale, mi piace pensare a una sposa molto romantica. Perfetto un abito dalla gonna ampia, resa ancor più voluminosa da un gioco di balze in tulle di lunghezze differenti. Il look è completato da un mini coprispalle realizzato in visone bianco alternato a inserti di organza di seta, ricamata da piccole stelle geometriche. Nuance scelta? Bianco caldo alternato al color crema. Abbinato un bouquet di candide rose vendela e, tocco vezzoso, un paio di micro-guanti in organza trasparente.

Per festeggiare con gli invitati nel tardo pomeriggio o in serata, ho disegnato un abito in morbido chiffon di seta azzuro polvere: molto attuale e d'effetto. Le maniche saranno lunghe, incorniciate ai lati da piccoli bottoni foderati con lo stesso tessuto dell'abito. Il corpino è reso ancor più prezioso da un motivo floreale realizzato con micor jais in nuance lunari e argentate. Scarpe pendant, impreziosite da Swarosvki Elements.

Passiamo ora all'outfit delle testimoni. La prima indossa un twin-set in jersey di cashemire ricamato sul collo e sui polsi con piccole perle iridescenti e gocce di cristalli. La gonna, del medesimo tessuto, ha invece forme morbide e ampie. Per la seconda amica, invece, ho pensato a un abito color tortora realizzato in calda crepè di lana e caratterizzato da una profonda scollatura sulla schiena fermata, sul finale, da un piccolo fiocco.

La mamma della sposa indossa un completo pantalone, gilet e blusa, realizzati in lana crepè color pervinca, fresco ed attuale. Tocco bon ton un'ampia stola. La mamma dello sposo, invece, opta per un look verde petrolio. L'abito in chiffon di seta è chiuso in vita da una cintura in gros grain. A completare una piccola giacca bicolore, dal macrodisegno a spiga di pesce ottenuto attraverso un ricamo di paillettes opache.

L'abbigliamento di damigelle e paggetti deve essere in sintonia con lo stile degli sposi e della cerimonia. La damigella indosserà un abitino con gonna ampia profilato con un delicato nastro blu mentre il paggetto sarà estrepitoso con un mini tight!

Last but not least lo sposo! Elegantissimo indossa un classico tight che indubbiamente è il modo più elegante per presentarsi all'altare. I pantaloni sono grigi, dritti, lineari, senza risvolto, lievemente gessati, di una tonalità più chiara rispetto alla giacca, che invece dev'essere grigia antracite oppure nera, a un bottone solo, corta davanti e lunga dietro, panciotto in panno beige o in raso grigio chiaro, camicia bianca con gemelli. Inconfondibile la presenza, come da copione bon ton, dei guanti in pelle grigio perla!Annagemma Lascari

I nostri esperti saranno felici di rispondere alle vostre domande! Clicca QUI se vuoi consigli di stile sull'abito: Annagemma Lascari fugherà ogni tuo dubblio sull'outfit! Se invece  vuoi organizzare un matrimonio da sogno ma non sai da dove iniziare clicca QUI e scopri come contattare Angelo Garini!

VEDI ANCHE:

> IL MATRIMONIO COUNTRY CHIC

> IL MATRIMONIO IN ESTATE

> IL MATRIMONIO PRINCIPESCO

> LA CULTURA DELLA COUTURE

> ANGELO GARINI, L'ARCHITETTO DEI MATRIMONI

> DRESS CODE: MATRIMONIO, L'ABITO DA SPOSA

> DRESS CODE: MATRIMONIO, L'ABITO PER LA TESTIMONE

> INTERVISTA AD ANNAGEMMA LASCARI ESPERTA IN DRESS CODE PER STYLE.IT

www.atelierlascari.com

www.garinimmagina.com

DA STYLE.IT

  • News

    Family every Day, il web risponde al Family Day

    Family every Day, il web risponde al Family Day

  • News

    Bansky, nuova opera dedicata ai "miserabili" di Calais

    Bansky, nuova opera dedicata ai "miserabili" di Calais

  • News

    Asterix e Obelix contro il terrorismo #JeSuisParis

    Asterix e Obelix contro il terrorismo #JeSuisParis

  • News

    Parigi, è il giorno dell'omaggio alle vittime

    Parigi, è il giorno dell'omaggio alle vittime

Iscriviti adesso alla newsletter settimanale di SPOSA