La scelta dei vini per il ricevimento di nozze

di Staff Sposa 

Bianco o rosso? Una prima regola generale nella scelta dei vini è partire da vini leggeri e passare progressivamente a quelli robusti.

<<>0
0/

Meglio attingere alla straordinaria varietà dei vini italiani, magari cercando fra le aziende della propria regione. Così facendo, infatti,  si possono trovare vini che si sposano perfettamente con la tradizione gastronomica locale. Non guasterà, allora, saper leggere le etichette e optare per vini certificati.

L'Indicazione Geografica Tipica (I.G.T.) è un riconoscimento di qualità attribuito a vini da tavola in genere contraddistinti da grandi aree di produzione e sottoposti a una disciplina produttiva poco restrittiva.
La Denominazione di Origine Controllata (D.O.C.) è un riconoscimento di qualità attribuito a vini prodotti in zone di estensione limitata, che recano il loro nome geografico e sono sottoposti a una disciplina di produzione rigida e sono ammessi alla vendita solo dopo accurate analisi chimiche e sensoriali.
Infine la Denominazione di Origine Controllata e Garantita (D.O.C.G.) è attribuita a vini D.O.C. di particolare pregio, di notorietà nazionale e internazionale (come il celeberrimo Brunello di Montalcino) che vengono sottoposti a controlli severissimi e sono venduti in bottiglie numerate.

E ora, in dettaglio:

Con gli antipasti, stuzzichini e affini è opportuno servire vini bianchi a bassa gradazione alcolica o, in alcuni casi, rossi leggeri: i bianchi secchi, come Gavi, Verduzzo, Vermentino di Gallura, Trebbiano, Riesling, si abbinano con gli antipasti di pesce, mentre con gli antipasti caldi, in genere a base di formaggi, salumi, funghi si può optare o per un bianco morbido, come Traminer, Sauvignon, Cortese d'Oltrepò o un rosso leggero come il Freisa secco; il Traminer e il Gewurztraminer si sposano particolarmente bene col  paté di fegato d'oca (foie gras) e se avete optato per il salmone affumicato, sono consigliabili Pinot Spumante dell'Oltrepò Pavese o Pinot Grigio del Friuli.

Se vengono serviti salumi è buona regola abbinarli con  vini locali, così il prosciutto di San Daniele andrà benissimo con un Cabernet Sauvignon del Friuli, il Parma con il Lambrusco e lo speck con il Merlot dell'Alto Adige.

Con i risotti, la pasta asciutta o ripiena in abbinamento con il pesce, si servono di preferenza vini bianchi secchi, giovani e leggeri come, oltre quelli già citati, Pinot (Bianco e Grigio) del Friuli,  Tocai, Cinque Terre o Etna Bianco; se invece sono abbinati alla carne, si opta per vini rossi o rosati come Dolcetto,  Aglianico del Vulture, Savuto o Solopaca Rosso.

In caso di preparazioni a base di formaggi, vale anche qui la medesima regola dei salumi, cioè accoppiarli con vini provenienti dalla medesima area di produzione, facendo attenzione al tipo e al grado di stagionatura: ad esempio per la fontina il Gamay della Val d'Aosta, per il pecorino il Chianti, per i formaggi freschi, come ricotta, mozzarella o burrata, vini bianchi secchi centro-meridionali.

Se resta valido l'abbinamento dei bianchi con la cucina di pesce, questa regola può essere disattesa con pesci di carne grassa o preparazioni particolarmente saporite: casi in cui si può optare per vini rosati o rossi. 

Regola ferrea è quella di non associare mai champagne o spumanti secchi con qualunque tipo di dolce: Prosecco di Conegliano, Franciacorta spumante, Cartizze, per citarne alcuni, sono vini da utilizzare durante il pasto, per antipasti e menù a base di pesce e non per brindare sulla torta nuziale.


Vedi anche: 
> IL BRINDISI FINALE
> IL TAGLIO DELLA TORTA
> LA SCELTA DELLA TORTA DI NOZZE
> LA VERITA' SULLO CHAMPAGNE
> IN ALTO I CALICI

DA STYLE.IT

  • News

    Family every Day, il web risponde al Family Day

    Family every Day, il web risponde al Family Day

  • News

    Bansky, nuova opera dedicata ai "miserabili" di Calais

    Bansky, nuova opera dedicata ai "miserabili" di Calais

  • News

    Asterix e Obelix contro il terrorismo #JeSuisParis

    Asterix e Obelix contro il terrorismo #JeSuisParis

  • News

    Parigi, è il giorno dell'omaggio alle vittime

    Parigi, è il giorno dell'omaggio alle vittime

Iscriviti adesso alla newsletter settimanale di SPOSA