I più grandi matrimoni
di tutti i tempi:
Paul Newman e
Joanne Woodward

di Francesca Favotto 

Due bellissimi di Hollywood possono stare insieme per sempre, "finché morte non ci separi"? I fatti sembrano dire di no. Ma poi c'è l'eccezione, il matrimonio tra Paul Newman e Joanne Woodward. Una storia d'amore durata fino ai giorni nostri, che vi raccontiamo qui.

Francesca Favotto

Francesca Favotto

ContributorScopri di piùLeggi tutti

<<>0
1/

Le nozze d'oro sono ormai un traguardo ambitissimo e più unico che raro nella società odierna, figurarsi nel dorato mondo di Hollywood, dove tutto è effimero, comprese le storie d'amore. Ma loro no. Loro hanno saputo resistere agli urti della vita, rimanendo insieme fino all'ultimo, "Nella buona e nella cattiva sorte, finché morte non ci separi". Una storia d'amore nata sessant'anni fa, ma capace di far sognare ancora oggi, quella tra Paul Newman e Joanne Woodward. Lui, uno degli attori più affascinanti e premiati nella storia del cinema; lei, una delle attrici più belle e promettenti.

Come da copione, si incontrano sul palcoscenico di Broadway nel 1953, durante la commedia 'Picnic', ma la scintilla scocca solo quattro anni più tardi sul set del capolavoro 'La lunga estate calda'. Newman però è già sposato con l'attrice Jackie Witte da otto anni, un'unione da cui nascono tre figli: Scott, Susan e Stephanie. Ma la passione per Joanne è talmente forte da indurlo a divorziare dalla prima moglie e nel giro di pochi mesi a sposarla a Las Vegas il 29 gennaio del 1958 con una cerimonia officiata con rito religioso, durante la quale Paul sceglie di giurare amore eterno a Joanne, leggendole la poesia 'L'arte di un buon matrimonio' di Wilferd Arlan Peterson.

Dopo la luna di miele trascorsa a Londra e nelle campagne inglesi, Paul e Joanne tornano in America e si trasferiscono in Connecticut, a Westport. Qui vivono appieno la loro storia d'amore, da cui nascono tre figlie: Elinor, Melissa e Claire. Un matrimonio come tanti, basato sul reciproco rispetto, sull'assoluta fedeltà ("Perché dovrei uscire a mangiare un hamburger quando a casa ho un bel filetto?", disse l'attore, solito parlare per metafore) e sul compromesso (Newman amava le corse in automobile, hobby che la moglie detestava ma che sopportava per amore del marito). Ma una storia eccezionale, se si pensa che sono rimasti uniti, uno affianco all'altro, fino alla morte di lui, avvenuta nel settembre del 2008 per cancro ai polmoni e riuscendo anche a festeggiare le nozze d'oro nel gennaio dello stesso anno.

Un fatto straordinario nel panorama delle coppie dello spettacolo, un esempio di come il vero amore ti può cambiare l'esistenza e possa durare una vita, di come basti ascoltare il cuore, ma anche l'altro. Perché forse il segreto sta tutto racchiuso nelle parole di Paul: "Le persone restano sposate per loro scelta, non perché chiudono a chiave le porte". E se l'ha detto lui, allora c'è da credergli.

DA STYLE.IT

  • News

    Family every Day, il web risponde al Family Day

    Family every Day, il web risponde al Family Day

  • News

    Bansky, nuova opera dedicata ai "miserabili" di Calais

    Bansky, nuova opera dedicata ai "miserabili" di Calais

  • News

    Asterix e Obelix contro il terrorismo #JeSuisParis

    Asterix e Obelix contro il terrorismo #JeSuisParis

  • News

    Parigi, è il giorno dell'omaggio alle vittime

    Parigi, è il giorno dell'omaggio alle vittime

Iscriviti adesso alla newsletter settimanale di SPOSA