Le location del cuore: nozze al lago

di Francesca Favotto 

Dirsi "Sì" sulle rive di un lago è quanto di più romantico possa esistere. Ma come fare perchè sia tutto perfetto? Abbiamo chiesto adAngelo Garini, architetto dei matrimoni, un paio di consigli e abbiamo scoperto che...

Francesca Favotto

Francesca Favotto

ContributorScopri di piùLeggi tutti

<<>0
1/

Scegliere la location giusta per un matrimonio ad effetto non è certo semplice; trovarne una poi che metta d'accordo entrambi è ancora più complicato. Per fare una scelta azzeccata, occorre prima di tutto capire dove si vuol tenere il ricevimento: al mare? Sul terrazzo di un hotel? In campagna? Per questo, siamo qui noi a dissipare ogni vostro dubbio o indecisione e a consigliarvi come fossimo vostre care amiche. Poi, in secondo luogo, per non sbagliare bisogna affidarsi al savoir faire e all'esperienza di un professionista del wedding e noi abbiamo scelto il migliore, ovvero Angelo Garini, poliedrico ed esperto architetto di matrimoni. A lui abbiamo chiesto un paio di dritte per un perfetto matrimonio al lago, cornice ideale per nozze romantiche e un po' retro. Prima però abbiamo chiacchierato un po' insieme per conoscerlo meglio. Leggete qui.

1) Da architetto di case ad architetto di matrimoni: com'è avvenuto questo passo? "Il punto di svolta è stata la richiesta di una mia cliente, a cui avevo appena terminato la realizzazione di una casa, che mi ha coinvolto per la progettazione scenografica del matrimonio della figlia, ma in realtà, il mio concetto di arte di vivere ha radici molto più lontane, che si intrecciano con la storia di famiglia. L'amore per l'arte e la bellezza, la passione per la decorazione, l'antiquariato e i fiori, sono parte del mio modo di essere fin da piccolo, quando ascoltavo i racconti di mia nonna che tornava da pranzi e cene di cui mi raccontava ogni dettaglio, la conoscenza della storia della mise en place, dei tessuti, del vivere secondo un certo stile vengono dai miei antenati. Ho letto le descrizioni dei ricevimenti fatti nel palazzo di famiglia, in cui si racconta di grandi tavoli coperti di candidi lini, allestiti nel giardino e illuminati dai valletti che portavano i lumi. Ho una descrizione della tavola della mia bis-bisnonna alla fine dell'Ottocento in cui si descrive un servizio di piatti che conservo ed uso ancora oggi. Non si poteva fare a meno di riversare tutto ciò nell'amore che ho per il mio lavoro".

2) I suoi matrimoni: progetti studiati nel minimo dettaglio o affidati all'istinto e alla passione per questa professione? "Entrambe le cose, ma prima di tutto emozionalità e istinto che conducono verso le scelte più giuste e che ancora una volta attingono alla conoscenza del passato e dell'arte del ricevere per guidare poi anche nella scelta di tutti i particolari che rendono unico e personale l'evento".

3) Qual è la cifra stilistica dei suoi matrimoni? "La tradizione prima di tutto, la fantasia guidata da un gusto eclettico poi, l'uso di elementi antichi, che riportano ai fasti delle tavole del passato, ma anche l'uso dei fiori nella loro spontaneità e naturalezza".

4) Una coppia decide di sposarsi in riva al lago: quali sono i suggerimenti e gli accorgimenti per valorizzare al meglio un matrimonio con una simile cornice? "So di essere di parte, ma non posso che consigliare agli sposi la nostra villa di famiglia, 'Villa Garini e Cà Bianchetti' a Laveno-Mombello, in provincia di Varese, un luogo incantevole che già da solo è un perfetto 'palco' che si affaccia sul 'gran teatro delle acque' del Lago Maggiore. Dopodiché, per completare l'opera, suggerirei colori pastello, ma in tonalità inusuali, come il rosa salmone, l'arancio tenue, il crema, tovaglie in plumetis, il tutto arricchito dalla trasparenza dei cristalli".

5) La location giusta, quindi, contribuisce a rendere il matrimonio perfetto: quali sono le caratteristiche di Villa Garini e Cà Bianchetti? "Si tratta prima di tutto di una casa vera e questo secondo me è ciò che fa la differenza. Non amo molto le location che, pur di grande pregio storico, appaiono troppo imponenti e spesso completamente vuote, e che per questa ragione nessuno potrebbe considerare la 'casa degli sposi'. 'Villa Garini e Cà Bianchetti', invece, permette agli sposi di ricevere i loro ospiti in un ambiente dove sentirsi i padroni di casa, curato con la passione e l'amore di chi lo vive veramente. A ciò si aggiunga la posizione meravigliosa e l'incomparabile panorama sul lago, sulle Isole Borromee e sulle Alpi, un giardino di 12 mila metri in affaccio diretto sull'acqua, e l'esclusività del posto, che per mantenere la sua vocazione di casa privata non diventerà mai l'azienda del matrimonio, ma ospiterà un ristretto numero di eventi ogni anno".

6) Matrimonio al lago: meglio mattina, pomeriggio o sera? "Il lago è bello sempre e in ogni ora del giorno e della notte: cambia colori, luci, atmosfere. Ma se proprio dovessi suggerire una scelta, direi di celebrare il matrimonio al mattino, facendo seguire una colazione che permetta di godere delle luci del giorno, per poi attardarsi verso sera, fino al tramonto della cui vista godiamo in pieno, per apprezzare anche l'aspetto serale del posto. E magari, perché no, festeggiare tutta la notte ballando sullo sfondo delle mille luci che si accendono quando fa buio".

7) Le regole di bon ton da seguire nel caso di un matrimonio al lago? "Le stesse di sempre: non dimenticare mai che gli sposi sono i padroni di casa e devono fare in modo che tutti i loro ospiti si sentano i benvenuti. Ciò vuol dire non pensare solo ai propri amici più giovani, ma anche agli ospiti più grandi, rendendo ogni momento bello e unico per tutti. Il lago poi offre la possibilità di organizzare anche piacevolissimi wedding weekend, perché quindi non pensare a organizzare anche momenti diversi da quello del matrimonio, che precedano o seguano la giornata delle nozze?".

VEDI ANCHE:

> IL MATRIMONIO COUNTRY CHIC

> IL MATRIMONIO IN ESTATE

> IL MATRIMONIO PRINCIPESCO

> IL MATRIMONIO INVERNALE

> ANGELO GARINI, L'ARCHITETTO DEI MATRIMONI

www.garinimmagina.com

DA STYLE.IT

  • News

    Family every Day, il web risponde al Family Day

    Family every Day, il web risponde al Family Day

  • News

    Bansky, nuova opera dedicata ai "miserabili" di Calais

    Bansky, nuova opera dedicata ai "miserabili" di Calais

  • News

    Asterix e Obelix contro il terrorismo #JeSuisParis

    Asterix e Obelix contro il terrorismo #JeSuisParis

  • News

    Parigi, è il giorno dell'omaggio alle vittime

    Parigi, è il giorno dell'omaggio alle vittime

Iscriviti adesso alla newsletter settimanale di SPOSA