Sulla strada giusta: sposarsi tra i 40 e i 50 anni

di Valentina Marchese 

Che sia il primo, il secondo o il terzo matrimonio non conta: è comunque un'età diversa, in cui tutto va valutato in serenità, concedendosi qualche sano sfizio.

Valentina Marchese

Valentina Marchese

ContributorScopri di piùLeggi tutti

<<>0
0/

Era il 1986 l'anno in cui il Newsweek (la celebre rivista americana, ndr) dichiarava che una donna sopra i 40 avrebbe avuto più possibilità di essere uccisa da un terrorista piuttosto che accasarsi. A quasi tre decenni di distanza, il paragone sembra a dir poco paradossale. Non per niente, siamo qui ad 'alzare la posta in gioco', avallando un argomento diametralmente opposto: le nozze tra i 40 ai 50.

Può essere con una precisa scelta di vita (leggi: lo/la scapolone/a incallita, che trova finalmente l'amore e stravolge il proprio way of life) o il raggiungimento di un secondo 'traguardo' matrimoniale. In ogni caso, c'è una maturità e una consapevolezza differente, che si traduce in festeggiamenti più pacati, rispetto ai matrimoni 20-30 e 30-40.

ABITO - La parola che meglio si abbina al bridal dress code è consapevolezza. I volumi sono meno significativi, nonostante non si debba necessariamente scegliere un classico tailleur. Un tubino, un abito da cocktail, un pantalone palazzo o un vestito longuette potrebbero essere delle valide alternative. Per quanto riguarda i colori, il bianco non è bandito, ma esiste una vastissima palette, che solitamente non viene presa in considerazione dalle spose di altre generazioni e include le tonalità dell'avorio, del tortora, del cipria e i colori pastello.

MAKEUP & HAIR STYLE - Al di là dell'evento, la cura quotidiana della pelle è molto importante. Procedete comunque con dei trattamenti mirati un paio di mesi prima del sì. Il giorno delle nozze, puntate su un ottima base per poi dare risalto allo sguardo, chiudendo con un velo di gloss. Se il taglio è di media lunghezza, i capelli possono essere lasciati sciolti, ma se la chioma supera le spalle un raccolto morbido può risultare la scelta più elegante.

ACCESSORI - Anche un solo gioiello, ma importante. Gli orecchini di famiglia o un bangle di diamanti. Sappiate osare con un cappellino estroso o dei maxiocchiali gioiello. Maturità è anche sinonimo di libertà nel torgliersi qualche sfizio.

FIORI - Chi dice che non ci sono abbastanza alternative? Pensate a un bouquet a forma di borsina da tenere appoggiato al polso, a quello compatto e mignon o a un fiore singolo avvolto nella seta. Per il resto non esistono limiti, se non nel colore: scegliete delle tonalità chiare.

LOCATION - Se il numero degli invitati è contenuto e ci sono gli spazi necessari, si può pensare di festeggiare in casa o nel proprio giardino/terrazza, affidando l'organizzazione ad una società di catering. In alternativa una cena placé ovunque voi vogliate.

GLI INVITATI - Né pochi, né troppi. Semplicemente quelli giusti.

DA STYLE.IT

  • News

    Family every Day, il web risponde al Family Day

    Family every Day, il web risponde al Family Day

  • News

    Bansky, nuova opera dedicata ai "miserabili" di Calais

    Bansky, nuova opera dedicata ai "miserabili" di Calais

  • News

    Asterix e Obelix contro il terrorismo #JeSuisParis

    Asterix e Obelix contro il terrorismo #JeSuisParis

  • News

    Parigi, è il giorno dell'omaggio alle vittime

    Parigi, è il giorno dell'omaggio alle vittime

Iscriviti adesso alla newsletter settimanale di SPOSA