The Artist fa il pieno di candidature ai Golden Globe

di Laura Frigerio 

Il film di Michel Hazanavicius fa la parte del leone, seguito da The Descendants e The Help

Laura Frigerio

Laura Frigerio

ContributorLeggi tutti

Dopo quelle dei SAG (Screen Actors Guild Awards) è la volta delle nomination ai Golden Globe, i premi assegnati dalla Hollywood Foreign Press Association che anticipano di un mese la scintillante cerimonia degli Oscar.

A fare la parte del leone (per quanto riguarda il cinema) è The Artist, che con la magia del muto e del bianco e nero pare abbia affascinato tutti. Per il film di Michel Hazanavicius ben 6 candidature distribuite nelle categorie: regia, film commedia o musical, sceneggiatura, attore commedia o musical, attrice non protagonista, colonna sonora.

Seguono a ruota The Descendants e The Help con 5: entrambi sono in lizza per il premio per il 'miglior film drammatico' e vedono candidati i loro attori, ovvero George Clooney da un lato e Viola Davis, Jessica Chastain e Octavia Spencer dall'altro.

Per Clooney ci sarà un po' di 'conflitto di interessi', perchè il suo Le Idi di Marzo è a quota 4 nomination e, come se non bastasse, lui si scontrerà proprio con Ryan Gosling (protagonista del suo film) per la migliore interpretazione drammatica al maschile.
In questa categoria troviamo anche Michael Fassbender per Shame e altri 'pezzi da 90' come Leonardo Di Caprio per J. Edgar e Brand Pitt per L'arte di vincere - Moneyball.

Non è da meno la cinquina delle candidate attrici: oltre alla già citata Viola Davis di The Help, troviamo infatti Glenn Close per Albert Nobbs, Meryl Streep per The Iron Lady, Tilda Swinton per ...E ora parliamo di Kevin e, a sorpresa, Rooney Mara per il remake statunitense di Millennium - Uomini che odiano le donne.

Sul fronte delle commedie e dei musical a fare del filo da torcere a Jean Dujardin di The Artist (già premiato all'ultimo Festival di Cannes) ci penseranno Brendan Gleeson per Un poliziotto da happy hour, Joseph Gordon-Levitt per 50/50, Owen Wilson per Midnight in Paris e Ryan Gosling per Crazy, Stupid, Love.
Candidate come migliori attrici nella stessa categoria troviamo invece Charlize Theron con Young Adult, Kristen Wiig per Le amiche della sposa, Michelle Williams con My Week With Marilyn e, direttamente da Carnage di Roman Polanski, Jodie Foster e Kate Winslet.

E tra i 'non protagonisti'? Anche qui grandi nomi: si va da Kenneth Branagh per My Week With Marilyn a Christopher Plummer per Beginners, da Albert Brook per Drive a Johan Hill per L'arte di vincere - Moneyball, fino a Viggo Mortensen per A Dangerous Method.
E non dimentichiamoci le signore: le già citate Jessica Chastain e Octavia Spencer di The Help si trovano a gareggiare con Janet Mcteer per Albert Nobbs, Shailene Woodley per The Descendants e soprattutto con Berenice Bejo di The Artist.

Chi vincerà? Lo scopriremo il 15 gennaio, durante una cerimonia condotta dall'attore Ricky Gervais.


Inserisci il tuo indirizzo email per iscriverti alle newsletter di Style.it