E' nata una star? Probabilmente sì. I suoi 'genitori', intanto...

di Laura Frigerio 

Luciana Littizzetto e Rocco Papaleo parlano dell'esperienza nei panni dei genitori di un giovane pornodivo (ma anche dei loro progetti futuri)

Laura Frigerio

Laura Frigerio

ContributorLeggi tutti

Cosa fareste se scopriste, da un giorno all'altro, che il vostro amato figliolo ha deciso di intraprendere una carriera, come dire, non proprio tradizionale? Tipo, per esempio, il pornodivo?

Le reazioni possono essere tante e un esempio lo potete vedere in E' nata una star?, nuovo film di Lucio Pellegrini tratto dall'omonimo libro di Nick Hornby. Protagonista l'inedita e sorprendente coppia formata da Luciana Littizzetto e Rocco Papaleo, insieme al giovane Pietro Castellitto (figlio di Sergio Castellitto e Margaret Mazzantini).

«Se capitasse a mio figlio io gli direi subito: ma sei scemo?» - dichiara prontamente Luciana - «E poi i film porno sono brutti, tristi e fatti male!».

Con degli attori così è facile immaginarsi un set particolarmente vivace e invece il regista sottolinea che «Il clima era leggero, ma comunque serio. Si scherzava, ma si è lavorato molto e con una particolare cura del dettaglio», anche se Luciana ci svela che «Rocco faceva il cretino in continuazione e, quando dovevamo girare una scena intima, è arrivato dicendo: 'il bidet me lo sono fatto, il viagra l'ho preso e ora sono pronto!».

Ma, a differenza di quanto si possa pensare, la tematica 'hot' è solo sfiorata in questo film, è anzi un pretesto per parlare dell'incomunicabilità tra persone che vivono sotto lo stesso tetto. E' proprio questo aspetto che ha conquistato Luciana Littizzetto, 'motore' di tutto il progetto: «Io leggo molto e un giorno mi sono imbattuta in questo piccolo libro di Hornby. Ho chiesto al mio produttore, Beppe Caschetto, di acquistare i diritti e dopo un po' ci è riuscito. Poi è entrato in scena Lucio (Pellegrini) e il film pian piano ha preso forma».

La domanda nasce quindi spontanea: prima o poi la vedremo anche dietro la macchina da presa? «Non credo proprio: già ho un rapporto 'impegnativo' con le nuove tecnologie e faccio fatica a scattare delle foto con l'iPhone, figurati se riesco a usare una macchina da presa!»

Chi invece è pronto a tornare sul set è Rocco Papaleo, che anticipa: «Mi sto già dando da fare per il mio nuovo film che sarà a dir poco delizioso e soprattutto fortemente meridionale!»


Inserisci il tuo indirizzo email per iscriverti alle newsletter di Style.it