Piccole bugie tra amici, al cinema

di Laura Frigerio 

Guillaume Canet in versione regista, con un film che vede tra i protagonisti la sua Marion Cotillard e il premio Oscar Jean Dujardin

Laura Frigerio

Laura Frigerio

ContributorLeggi tutti

«Spesso illudiamo noi stessi credendo di seppellire o di mettere da parte ciò che è troppo doloroso da affrontare. E' allora che sviluppiamo quella fastidiosa e controproducente abitudine di raccontare innocenti bugie» - è così che Guillaume Canet spiega il titolo di Piccole bugie tra amici, il terzo film che lo vede dietro la macchina da presa e che, dopo essere stato campione di incassi, arriva finalmente nelle sale italiane.

«E' un film molto personale, perchè tratta un tema che mi appartiene» - ammette il regista-attore francese - «Appartiene a quelli della mia generazione, ma può essere condiviso anche da persone più giovani o più vecchie di me».

Al centro di questa commedia raffinata e intimista c'è la storia di un gruppo di amici che decidono di partire, come da tradizione, tutti insieme per le vacanze, nonostante uno di loro sia in ospedale in seguito ad un incidente stradale. Una volta arrivati nella solita villetta al mare si troveranno a fare i conti con sé stessi.

«Per comporre il cast del film ho scelto attori che mi piacciono, che ammiro e che hanno in comune una cosa fondamentale: si conoscono tutti tra di loro» - dichiara Guillaume, che su questo set si è ritrovato a dirigere anche la sua compagna Marion Cotillard, che lo scorso anno lo ha reso padre. Ma lei non è l'unico premio Oscar del cast: troviamo infatti Jean Dujardin, fresco di statuetta per The Artist.


Inserisci il tuo indirizzo email per iscriverti alle newsletter di Style.it