Cannes 2012. Matteo Garrone unico italiano in concorso

di Redazione Cinema 

"Speravo meglio" commenta Nicola Borrelli, il direttore generale per il Cinema del ministero dei Beni culturali

Redazione Cinema

Redazione Cinema

Scopri di piùLeggi tutti

Matteo Garrone ritorna con il suo nuovo lungometraggio, Reality, sul tappeto rosso del Festival di Cannes, da dove quattro anni fa ha spiccato il volo, con tanto di Gran Prix, verso il successo internazionale e una candidatura a un Golden Globe, con il suo Gomorra. Purtroppo, su 22 pellicole in lizza per la Palma d'oro - boccone amaro -, è l'unico italiano.

«Speravo meglio, speravo in due film in concorso» commenta all'ANSA, con tanta sincerità quanto rammarico, dal MiBac, il direttore generale per il Cinema, Borrelli.
Alle fine e a conti fatti, comunque, l'Italia è ben rappresentata: dal presidente della giuria, Nanni Moretti, un anno fa al festival con Habemus papam, da poco ritrasmesso anche in tv, ma anche da Bernardo Bertolucci e Dario Argento, entrambi fuori concorso. Il primo, Palma d'Onore 2011, con l'adattamento cinematografico di Io e te di Niccolò Ammanniti. Argento, invece, con un progetto 3D, Dracula, finanziato dal ministero e proposto al festival tra le pellicole di mezzanotte (ça va sans dire).

In attesa che il festival inauguri, il prossimo 16 maggio, l'unico italiano a giocarsi la competizione ufficiale accoglie l'annuncio della sua ammissione con entusiasmo.
«E' una grande opportunità e una bella avventura» dice Matteo Garrone sempre all'ANSA, sottolineando come la cosa valga anche per i colleghi Argento e Bertolucci perché «fa bene al cinema italiano girare in Europa e nel mondo».

Diversamente da Gomorra, il film con cui il regista romano concorre quest'anno, Reality, è una commedia («volevo fare qualcosa di diverso, cambiare registro»), anzi, quasi una fiaba. Che «non è sul Grande Fratello o contro la tv», sottolinea l'autore, «quanto piuttosto un racconto popolare, un viaggio nel paesaggio contemporaneo». Un viaggio per immagini che tutti, da oggi, siamo già pronti a sostentere, nella speranza abbia un lungo e fortunato percorso tra festival e premiazioni.

>> E' MARILYN LA DIVA DELLA 65SIMA EDIZIONE DEL FESTIVAL
>> CANNES 2012. NANNI MORETTI, LE PRESIDENT

> PIU' CINEMA
> PIU' STAR


Inserisci il tuo indirizzo email per iscriverti alle newsletter di Style.it