Venezia 69. Spring Breakers, fine dell'innocenza per Selena Gomez e Vanessa Hudgens

di M. M. 

L'enfant terrible del cinema indipendente americano trasforma alcune fidanzatine d'America, tra cui le disneyane Selena Gomez e Vanessa Hudgens, in altrettante selvagge bad girl che non esitano a gettarsi in un'avventura autodistruttiva

M. M.

M. M.

ContributorLeggi tutti

Lo spring break è una pausa primaverile del calendario accademico americano che i ragazzi utilizzano facendo solitamente un viaggio in qualche località balneare cool dove l'obiettivo non è tanto abbronzarsi e nuotare ma sballarsi di alcol, droga e sesso, spesso con esiti devastanti. Non sono da meno le protagoniste di Spring Breakers di Harmony Korine presentato in concorso al 69° Festival di Venezia.

L'enfant terrible del cinema indipendente americano ha deliberatamente trasformato alcune fidanzatine d'America, tra cui le disneyane Selena Gomez e Vanessa Hudgens, in altrettante selvagge bad girl che non esitano a gettarsi in un'avventura pericolosa quanto autodistruttiva, con la complicità del rapper-gangster Alien (un James Franco versione Lil Wayne davvero sbalorditivo), aumentando l'effetto di sconcerto di un film provocatorio, duro, persino sgradevole qua e là, non privo di momenti grotteschi che potrebbero diventare iconici come le rapine in bikini e passamontagna rosa, la fellatio a una canna di pistola e una imprevedibile cover di Britney Spears…

"Lo spring break è qui preso in senso metaforico, come rito di passaggio", spiega il regista, presente a Venezia con tutto il cast. "I personaggi che ho portato in scena sono attraenti perché rappresentano un certo tipo di cultura, una nuova generazione non proprio senza anima, ma con un'anima diversa... Sono ragazze che crescono con i videogiochi e i videoclip musicali, per le quali il passo dal 'vedere' al 'fare' può essere molto breve".

Le due ex teen idol, dal canto loro, non potrebbero essere più felici di quest'esperienza cinematografica: "Mi sono subito entusiasmata per il copione - racconta Vanessa Hudgens - non mi sarei mai sognata che mi venisse offerta una parte così. E poi la possibilità di lavorare con James Franco… ". Niente difficoltà, dunque, anche per le scene più scabrose, come quelle di sesso lesbo? "Non c'è stato nulla di fastidioso. Un po' di paura, forse, perché era la prima volta che facevo cose del genere, ma sapevo che non ero sola".

"Provenire dal mondo Disney ti mette addosso delle etichette - ammette Selena Gomez - e con questo film mi è stata offerta un'opportunità di crescita. Certo che mi importa dei miei fan. Farei qualsiasi cosa per loro. Ma questa è una cosa che ho fatto per me".

DA STYLE.IT

  • Mamma

    Monster High - Bù York Bù York: il musical da brivido

    La notte delle streghe e dei fantasmi è appena passata, ma chi ama il brivido non può perdersi il musical più spaventoso che c'è...

  • Mamma

    I cani più adatti a stare con i bambini

    Vostro figlio vi chiede in continuazione un cagnolino e voi vi siete decisi a esaudire il suo desiderio, ma non sapete che tipologia di cane scegliere? Ecco una miniguida con le razze più adatte a lui. E nel frattempo, un consiglio cinematografico…

  • Mamma

    Save the date: Star Wars Family Weekend nei Disney Store

    Weekend stellare nei Disney Store di tutta Italia in occasione del lancio mondiale dei nuovi prodotti dedicati a “Star Wars: il risveglio della forza”, l’inedito episodio della celebre saga, in uscita nei cinema a metà dicembre.

  • Mamma

    Festa della mamma: vai al cinema con i tuoi bambini!

    Il 10 maggio Univision Days festeggia tutte le mamme… con un bouquet di film! Scopri dove e come partecipare a questa rassegna cinematografica per tutta la famiglia.

Da Vanity


Inserisci il tuo indirizzo email per iscriverti alle newsletter di Style.it