Hollywood goes fairy

di Angela Cinicolo 

In arrivo nelle sale, dopo lo spassoso Biancaneve, una travolgente valanga di adorabili leggende dell'infanzia nel segno della modernità

Angela Cinicolo

Angela Cinicolo

Leggi tutti

<<>0
1/

C'erano una volta gli orchi brutti e grossi che impaurivano i più piccoli ed erano indifferenti ai grandi. Poi l'incantesimo dell'animazione riuscì magicamente a esorcizzarli dal loro verde bile, a renderli simpatici pasticcioni e perfino dei gran romantici. Così nel 2001 vissero (finalmente) felici e contenti e conquistarono i cuori degli spettatori.

Ha inizio più di 10 anni fa con il fortunato franchise Shrek della DreamWorks il restyling hollywoodiano delle fiabe e dei classici al cinema, ma sarà il 2012 l'anno del favoloso boom, forse ispirato all'ultima meravigliosa mania di Tim Burton.

In arrivo nelle sale, dopo lo spassoso Biancaneve, una travolgente valanga di adorabili leggende dell'infanzia nel segno della modernità e di una nuova tendenza del live action che rivitalizza abilmente i successi senza tempo dei fratelli Grimm, di Andersen e della fabbrica dei sogni firmata Disney.

Quando i sogni delle donne diventano, di nuovo, realtà e il cinema ne è sedotto e incantato


Inserisci il tuo indirizzo email per iscriverti alle newsletter di Style.it