Mark Wahlberg, ruoli da duro per scelta

di Elisabetta Lombardo 

Mark Wahlberg confessa di aver sempre voluto ruoli che gli assicurassero il rispetto dei suoi simili. Ma ora cerca personaggi più interessanti, a costo di mostrarsi debole davanti alla cinepresa

Elisabetta Lombardo

Elisabetta Lombardo

TranslatorScopri di piùLeggi tutti


Mark Wahlberg
 foto SPlashnews

Mark Wahlberg
foto SPlashnews

Ci sono attori che sembrano destinati a ricoprire il ruolo di duri al cinema. Mark Wahlberg è uno di questi, e a quanto pare la scelta non è di registi o produttori che vedono in lui uno 'tosto ad ogni costo'. Il protagonista di The Fighter ha un passato di ragazzo difficile - nel suo curriculum, anche qualche giorno dietro le sbarre per furto e aggressione - e, come ha raccontato, è cresciuto in un ambiente che concedeva ben poco a chi non sapeva farsi rispettare. Da qui la preoccupazione a lungo provata per come avrebbe potuto considerarlo la gente nel vederlo interpretare personaggi deboli, vulnerabili, anziché vincenti. «Nel quartiere in cui sono cresciuto - ha raccontato - la vita non era facile. Sei un duro? Sei figo! Ma trasformarmi nel tipo fragile o un po' sfigato, beh… mi ha dato qualche preoccupazione, lo riconosco. Ora però, nonostante il ruolo del bastardo mi calzi a pennello, voglio essere un attore completo. Troppo spesso ho ricercato l'approvazione dei miei compagni, così come il rispetto della gente, ma se vuoi essere un bravo attore devi essere in grado di interpretare chiunque, di cimentarti con parti diverse, anche di dimostrarti vulnerabile».

Ad agosto lo vedremo nell'irriverente commedia Ted, in cui recita a fianco di un grosso orsacchiotto di peluche, suo amico di infanzia che ha preso vita grazie al suo desiderio di bambino, ma che dopo 30 anni non permette a quel bambino ormai cresciuto di assumersi le proprie responsabilità. Sarà anche il protagonista dell'action movie Contraband, remake di un film islandese in cui è ancora una volta uno tosto: il criminale redento Chris Faraday che torna nel giro un ultima volta per aiutare il cognato. Per Wahlberg, che del film è anche produttore, è fondamentale ogni tanto uscire da Hollywood per andare a caccia di ruoli interessanti. «Ho pensato che Contraband avrebbe rappresentato un punto di vista nuovo, interessante, fresco nel genere thriller&rapine. Di questi tempi, se vuoi trovare una storia interessante, diversa, devi cercartela fuori da Hollywood. Ci sono un sacco di registi e sceneggiatori pieni di talento là fuori. Quindi, o me ne andavo a cercare qualcosa lontano da qui, o mi sarebbe toccato un nuovo sequel delle avventure di un supereroe!»

>> THE FIGHTER

> PIU' GOSSIP
> PIU' STAR

DA STYLE.IT

  • News

    Meteo: stop al caldo, torna l'inverno

    Meteo: stop al caldo, torna l'inverno

  • News

    Arrestata infermiera killer a Piombino

    Arrestata infermiera killer a Piombino

  • News

    I genitori di Giulio Regeni: «Vogliamo verità e giustizia per nostro figlio»

    I genitori di Giulio Regeni: «Vogliamo verità e giustizia per nostro figlio»

  • News

    Nichi Vendola e il suo compagno sono diventati papà

    Nichi Vendola e il suo compagno sono diventati papà