Channing Tatum è Magic Mike, stripper ballerino. E che ballerino!

di Piera Njacia 

Arriva al cinema il nuovo film di Steve Soderbergh, ispirato al passato dell'attore di 21 Jump Street e Step up, spogliarellista per una stagione tra i 18 e 19 anni

Piera Njacia

Piera Njacia

ContributorLeggi tutti

«Ho lavorato come stripper per otto mesi tra il 1998 e il 1999. Ho sempre pensato di poter trarre una storia da quella esperienza perché ogni volta che ne parlavo la gente finiva per interessarsi e chiedermi aneddoti e dettagli» racconta a ogni incontro stampa il protagonista (e 'musa') di Magic Mike che poi regolarmente ricorda ancora con stupore la reazione che ebbe Steven Soderbergh, il regista che ha trasformato la sua idea in un film davvero, quando gli raccontò la prima volta di quel periodo ai tempi in cui lavoravano assieme sul set di Knockout:  «Channing, dovresti farlo. Devi farlo. Scrivi la storia e la dirigo».

Il risultato di questo incontro è una storia di fantasia - Tatum ci tiene a sottolinearlo-, che descrive bene «quel periodo della vita in cui ti va di sperimentare a 360 gradi e vivi al presente senza pensare troppo al futuro».  L'attore non è nemmeno il giovane stripper ma, al contrario, un quasi-trentenne pieno di spirito imprenditoriale e intenzioni creative che a quel mondo, a quel momento è rimasto vincolato («in due ore facevo 150 dollari, a volte, 600 alla settimana») e che di quel diciottenne si fa 'mentore'.

Trama a parte, il film genera curiosità per un mondo, quello dello spogliarello maschile, solo parzialmente esplorato. Un pianeta per certi versi con peculiarità diverse da quelle dello striptease femminile (non burlesque), fatto molto più di spettacolo e goliardia (rosa, una tantum) e meno di eccitazione erotica, in cui la danza può esserci ma a volte conta di più l'arte della piacioneria o dell'ammiccamento auto-ironico.

«Le donne ti adorano, ti senti una rockstar» , ricorda oggi l'attore che sul palco di Magic Mike, unico ex spogliarellista e unico ballerino vero (e pure acrobatico!) del cast, sa oggettivamente scaldare la scena, trovando nei colleghi (a eccezione dell' "allievo" Adam, interpretato da Alex Pettyfer, e del bello della tv Matt Bomer) una spalla spesso più comica che sexy.

> PIU' CINEMA
> PIU' STAR

DA STYLE.IT

  • News

    Meteo: stop al caldo, torna l'inverno

    Meteo: stop al caldo, torna l'inverno

  • News

    Arrestata infermiera killer a Piombino

    Arrestata infermiera killer a Piombino

  • News

    I genitori di Giulio Regeni: «Vogliamo verità e giustizia per nostro figlio»

    I genitori di Giulio Regeni: «Vogliamo verità e giustizia per nostro figlio»

  • News

    Oscar 2016, trionfo Spotlight ma anche DiCaprio

    Oscar 2016, trionfo Spotlight ma anche DiCaprio

Da Vanity


Inserisci il tuo indirizzo email per iscriverti alle newsletter di Style.it