Venezia 69, Leone d'oro a Kim Ki-Duk. Confusione su altri premi e vincitori

di Staff Star 

Canta di gioia (e per rispetto del premio) il regista (ex depresso) di Pietà . Sorride ma per pochi attimi quello di Paradise: faith, illuso da un erroneo scambio di buste di essere leone d'argento

Staff Star

Staff Star

EditorScopri di piùLeggi tutti

<<>0
1/

E' il film sulla disumanità di un mondo votato al dio denaro, Pietà , il Leone d'oro 2012. Kim Ki-duk, grato al suo cast, quanto alla giuria, canta di gioia sul palco della Sala Grande. Ma altri a pochi metri socchiudiono le labbra in un sorriso tanto rapido quanto amaro davanti a un imbarazzante consegna di un Leone d'argento applaudito e fotografato e subito restituito per un altro premio, quello speciale della giuria. Si tratta di Ulrich Seidl regista di Paradise: Faith, protagonista di un errore seguito da centinaia di migliaia di persone in diretta televisiva. Il leone d'argento, quindi, va a The Master. Lo ritira per Paul Thomas Anderson Philip Seymour Hoffmann, vincitore, assieme al co-protagonista Joaquin Phoenix (assente giustificato), della Coppa Volpi alla migliore interpretazione maschile. il premio corrispettivo all'attrice più brava va ad Hadas Yaron, interprete di Fill the void.
La presenza al festival con ben due film (E' stato il figlio e Bella addormentata) porta poi a Fabrizio Falco un meritato premio Mastroianni al miglior attore emergente.
Chiudono la competizione ufficiale un premio al miglior contributo tecnico (che sa un po' di consolazione al cinema italiano) a Daniele Ciprì e quello alla sceneggiatura (che sa di consolazione all'uomo) a Olivier Assayas.
Il più soddisfatto? Il regista Ali Aydin. Con Kuf guadagna il Leone del futuro (premio De Laurentiis all'opera prima) e un assegno da 100.000 dollari. E' festa, però, anche per il cinema coreano nel suo insieme. Assieme al Leone d'oro, infatti, si aggiudica anche il premio al miglior corto nella sezione Orizzonti (con Cho-de di Yoo min-young). Viene dall'Oriente anche il miglior film della sezione che ha visto la giuria presieduta dal nostro Pierfrancesco Favino: va a San Zimei di Wang Bing (Hong Kong) cui segue, come premio speciale, l'europeo Tango libre.

>> VENEZIA 69, L'ULTIMO RED CARPET PRIMA DELLE SORPRESE FINALI
>> MOSTRA DEL CINEMA, TUTTI I PREMI COLLATERALI
>> I FILM IN CONCORSO
>> I FILM FUORI CONCORSO

> PIU' CINEMA
> PIU' VENEZIA 69
> PIU' STAR

DA STYLE.IT

  • Star

    Party veneziano per il compleanno di Vanity Fair

    La magica ambientazione di un isola davanti a Venezia e ospiti della 70°edizione della Mostra del Cinema: Roberto Bolle e James Franco sono le guest star dei festeggiamenti per i 10 anni del marchio Condé Nast

  • Star

    Mostra del cinema di Venezia 2013: le foto più belle

    Le immagini più belle e significative dal lido di Venezia per la 70esima edizione della Mostra del cinema

  • Star

    Marina Abramovich regina del party L'Uomo Vogue

    Venezia si accende di stile con il party di L'Uomo Vogue: viene presentato il docu-film su James Franco di Marina Abramovich. Padrona di casa, Franca Sozzani

  • Bellezza

    Vogue Italia e L'Oréal Paris insieme per Lagune Extase

    Sono stati selezionati i quattro fashion designer che hanno creato la nuova collezione per L'Oréal Paris


Inserisci il tuo indirizzo email per iscriverti alle newsletter di Style.it