La scoperta dell'alba, secondo Susanna Nicchiarelli

di Laura Frigerio 

Laura Frigerio

Laura Frigerio

ContributorLeggi tutti


La
regista-attrice presenta il suo nuovo film, con Margherita Buy, al
7° Festival Internazionale del Film di Roma

La regista-attrice presenta il suo nuovo film, con Margherita Buy, al 7° Festival Internazionale del Film di Roma

Dopo il successo di Cosmonauta, Susanna Nicchiarelli torna sia dietro che davanti la macchina da presa per raccontare la storia di due sorelle che, dopo la morte della madre, si trovano in contatto telefonico con loro bambine. Un piccolo viaggio temporale, che le farà scoprire la verità sulla scomparsa del padre, rapito (almeno così pare) dalle Brigate Rosse.

La scoperta dell'alba (questo il titolo del film) è liberamente ispirato all'omonimo romanzo di Walter Veltroni ed è in concorso nella sezione Prospettive Italia della 7a edizione del Festival Internazionale del Film di Roma. Protagonista, oltre alla stessa Nicchiarelli, Margherita Buy.

«Cercavo da tempo un soggetto come questo. Una delle cose belle del cinema è proprio avere la possibilità di viaggiare nel tempo» - racconta Susanna - «E' stato divertente fare il casting per trovare una me e una Margherita bambine. Ad un certo punto ho visto la Fandango invasa da piccole me e devo dire che Anita (Cappucci Scudery)è stata la scelta perfetta, perchè mi somiglia per davvero, non solo esteticamente ma anche caratterialmente».

«Ritrovarmi a parlare con me stessa da piccola è stato emozionante e affascinante» - dice invece Margherita - «Mi ci sono proprio immedesimata e così, istintivamente, mi sono ritrovata ad assumere un tono a volte un po' duro, perchè ci sono molte cose fatte da piccola di cui mi rimprovero».


Inserisci il tuo indirizzo email per iscriverti alle newsletter di Style.it