Sylvia Hoeks: La migliore offerta? Quella di Tornatore

di staff Style.it 

Intervista video esclusiva alla rising star olandese scelta dal regista di Nuovo Cinema Paradiso per il suo nuovo film: La migliore offerta

<<>0
1/

«Ho sempre voluto diventare attrice, credo dall'età di otto anni. Ero una bambina molto timida e ricordo ancora il mio primo ruolo sul palco di una piccola scuola, ho pensato "Questa è libertà "».

Si racconta così Sylvia Hoeks, l'attrice esordiente scelta da Giuseppe Tornatore per interpretare il ruolo di Claire ne La migliore offerta, dal 1 gennaio nelle sale.
Olandese, scoperta da un'agenzia di moda a soli 14 anni, oltre i confini del proprio paese Sylvia è un'illustre sconosciuta, nonostante uno Shooting Star Award a Berlino 2011 e un importante riconoscimento in patria per la sua performance nel film Duska, del regista Jos Stelling.
Il desiderio della giovane attrice di farsi conoscere a livello internazionale è vicino a realizzarsi grazie a Tornatore che l'ha fortemente voluta come sua protagonista femminile.
Il personaggio di Claire è avvolto dal mistero e non si palesa per metà del film, facendosi conoscere con la sola voce dal protagonista Geoffrey Rush, battitore d'aste di cui lei è cliente, e dal pubblico.

Soffre di agorafobia e quest'aspetto ha reso il lavoro di Sylvia particolarmente duro: «Ho guardato molti documentari su persone che soffrono di questo problema, con disordini compulsivi o che hanno paura di stare tra la gente e ho preso un po' da ciascuno per cercare di rendere il tutto il più credibile possibile perchè è un ruolo molto impegnativo».

Sylvia si dichiara entusiasta di aver lavorato con Giuseppe Tornatore che, sin dal prima lettura del copione, l'ha fatta innamorare della storia e del personaggio rendendo l'interpretazione di Claire un'esperienza magica.

>PIU' CINEMA
>PIU' STAR


Inserisci il tuo indirizzo email per iscriverti alle newsletter di Style.it