Valeria Golino: nome in codice Miele

di Marion Vague 

Miele, pellicola d'esordio alla regia di Valeria Golino, sarà nelle sale dal 1 maggio e verrà proiettato durante il prossimo Festival di Cannes. Il film, interpretato da Jasmine Trinca e Carlo Cecchi, porta sul grande schermo un tema da sempre molto discusso: il suicidio assistito

Marion Vague

Marion Vague

ContributorScopri di piùLeggi tutti

<<>0
1/

Valeria Golino torna al cinema, questa volta da regista.
Miele, prodotto da Riccardo Scamarcio e Viola Prestieri, sarà al cinema da domani, 1 maggio, e verrà proiettato durante il prossimo Festival di Cannes (15-26 maggio) nella sezione Un Certain Regard.

La regista si è liberamente ispirata al romanzo A nome tuo, di Mauro Covacich, per portare sul grande schermo, in occasione del suo esordio dietro la macchina da presa, un tema scottante, quello del suicidio assistito.
Miele, infatti, è il nome in codice di Irene (Jasmine Trinca), trentenne che decide di mettersi al servizio dei malati terminali ponendo fine alle loro sofferenze rendendosi complice silenziosa e discreta di quello che si chiama suicidio assistito. Un giorno a richiedere il suo servizio è un ingegnere settantenne in buona salute (Carlo Cecchi) che è semplicemente stanco di continuare a vivere. L'incontro tra i due finirà per cambiare in modo drastico le vite di entrambi.

Jasmine Trinca, protagonista femminile del film nei panni di Irene-Miele, è entusiasta della  propria esperienza sul set e racconta del suo personaggio come fosse diviso in due: «Nella prima parte del film Miele agisce come una macchina, non con ferocia, ma mossa da pietà. Mi sono documentata su storie vere di suicidio assistito in Belgio, con protagoniste donne, mamme, zie…che non ti aspetteresti - dice l'attrice - Irene non vuole fermarsi mai, si dedica moltissimo allo sport e si butta in relazioni di puro sesso senza alcuna profondità (con i personaggi interpretati da Vinicio Marchioni e Libero De Rienzo, ndr). Quando alla fine si ferma a pensare, grazie all'incontro con l'Ingegnere Grimaldi (Carlo Cecchi, ndr), non ce la fa più a portare avanti la propria attività».
Proprio Carlo Cecchi incarna lo spirito del film e la leggerezza che la regista voleva trasmettere: «Era inevitabile che fosse lui. È entrato nel mio immaginario mentre scrivevo la sceneggiatura - racconta Valeria Golino - Ha la leggerezza di un ragazzo spregiudicato, la stessa del suo personaggio che, pur essendo anziano non vuole insegnare o lasciare qualcosa di sè. Vuole essere leggero».

Una scelta apparentemente azzardata quella di esordire alla regia con un film come Miele ma in realtà dettata semplicemente "da un'intuizione" e dall'amore per il cinema.
Sostiene Riccardo Scamarcio, produttore del film nonchè compagno di Valeria Golino: «Non c'è una volontà politica ma piuttosto l'amore per un certo tipo di cinema che non si preoccupa di rispondere ad esigenze di marketing, quantomeno non nella fase di creazione. Altrimenti questo tipo di film non esisterebbe».
Regia e produzione non temono assolutamente reazioni negative anzi, dichiara Valeria Golino: «Se dovesse nascere una polemica per parlare di nuovo di un tabù come questo ben venga. C'è bisogno in questo momento tanto pieno di interrogativi di riflettere sul nostro lato più spirituale».

> PIU' CINEMA
> PIU' STAR

DA STYLE.IT

  • Mamma

    Monster High - Bù York Bù York: il musical da brivido

    La notte delle streghe e dei fantasmi è appena passata, ma chi ama il brivido non può perdersi il musical più spaventoso che c'è...

  • Mamma

    I cani più adatti a stare con i bambini

    Vostro figlio vi chiede in continuazione un cagnolino e voi vi siete decisi a esaudire il suo desiderio, ma non sapete che tipologia di cane scegliere? Ecco una miniguida con le razze più adatte a lui. E nel frattempo, un consiglio cinematografico…

  • Mamma

    Save the date: Star Wars Family Weekend nei Disney Store

    Weekend stellare nei Disney Store di tutta Italia in occasione del lancio mondiale dei nuovi prodotti dedicati a “Star Wars: il risveglio della forza”, l’inedito episodio della celebre saga, in uscita nei cinema a metà dicembre.

  • Mamma

    Tutti al cinema: arriva nelle sale “Inside Out”!

    Il nuovo film d'animazione sul fantastico mondo delle emozioni è pronto a farvi emozionare (appunto!), ma nel frattempo tante attività gratuite e nuovi prodotti aspettano i più piccoli nei Disney Store.


Inserisci il tuo indirizzo email per iscriverti alle newsletter di Style.it