Behind the Candelabra, Matt Damon accusa gli Studios

di Manuela Puglisi 

Per loro il biopic di Soderbergh sulla vita di Liberace e del suo amante era una scommessa troppo rischiosa: "troppo gay"

Manuela Puglisi

Manuela Puglisi

ContributorLeggi tutti


Michael Douglas e Matt Damon

Michael Douglas e Matt Damon

Intervistato dal Sunday Times, Matt Damon accusa gli Studios «Pensavano che Behind the Candelabra fosse troppo gay». Il film di Steven Soderbergh sulla vita del pianista Liberace parla della sua storia d'amore con Scott Thorson. Damon, nel ruolo dell'amante, recita al fianco di Michael Douglas denuncia le scelte poco coraggiose dell'industria cinematografica hollywoodiana «Steven riferì che gli Studios avevano apertamente dichiarato che il film era troppo gay. Nessuna decisione, a un certo livello, è personale, troppo spesso non viene ricompensato il coraggio, così, di conseguenza si tende ad esitare».

La pietra dello scandalo è stata la decisione di ritirare il film dal circuito cinematografico a causa dei timori che Hollywood nutriva per la scena di sesso omosessuale tra i due attori. Behind the Candelabra, inizialmente pensato per il grande schermo e presentato alla 66esima edizione del Festival di Cannes, ha dovuto accontentarsi di andare in tv.

La pellicola, basata sull'autobiografia dello stesso Scott Thorson, è stata girata in appena 33 giorni e e Soderbergh si è complimentato con gli attori «Michael è stato assolutamente coraggioso. Lo sono entrambi. Il film non avrebbe funzionato se non si fossero presi per mano e non avessero fatto un salto nel vuoto. Sono cose intime, anche se fosse stato tra un uomo e una donna».
(foto Getty)

>> MICHAEL DOUGLAS "IL MIO LIBERACE PREDECESSORE DI LADY GAGA"

PIU' CINEMA
PIU' CANNES
PIU' STAR

DA STYLE.IT

  • News

    Meteo: stop al caldo, torna l'inverno

    Meteo: stop al caldo, torna l'inverno

  • News

    Arrestata infermiera killer a Piombino

    Arrestata infermiera killer a Piombino

  • News

    I genitori di Giulio Regeni: «Vogliamo verità e giustizia per nostro figlio»

    I genitori di Giulio Regeni: «Vogliamo verità e giustizia per nostro figlio»

  • News

    Oscar 2016, trionfo Spotlight ma anche DiCaprio

    Oscar 2016, trionfo Spotlight ma anche DiCaprio

Da Vanity


Inserisci il tuo indirizzo email per iscriverti alle newsletter di Style.it