La Pixar promette: d'ora in poi un film originale all'anno

di Manuela Puglisi 

Tre degli ultimi quattro film della Pixar erano sequel, ma d'ora in poi si cambia rotta: è ora di dare un taglio ai sequel

Manuela Puglisi

Manuela Puglisi

ContributorLeggi tutti


La mostra Pixar, 25 years of animation (foto
Corbis)

La mostra Pixar, 25 years of animation (foto Corbis)

La Pixar aveva iniziato bene, dei suoi primi dieci film nove portavano sul grande schermo storie mai raccontate prima. Ultimamente, però, erano forse rimasti un po' a corto di idee: dopo Toy Story 3, Cars 2 e Monster University (in uscita il 3 luglio), l'unico a rompere il ciclo di "minestre riscaldate" era stato Brave.

Ed Catmull, presidente della Pixar ha detto a BuzzFeed «Per ragioni artistiche, è molto importante che produciamo un film originale all'anno. Capita che noi, o gli spettatori, troviamo una storia di cuoi vogliamo, o vogliono, vedere la continuazione, sapere cosa succede in quel mondo. Il pubblico ama quei personaggi, significa che abbiamo fatto un buon lavoro, ma se si continua su quella strada si finisce per non fare più film originali».

I piani della Pixar vanno ancora oltre, prosegue il presidente «Faremo un nuovo film ogni anno, poi faremo dei sequel, questa è più o meno l'idea».

Al momento sono in lavorazione tre film tra cuiThe Good Dinosaur e Inside Out, unico sequel? Alla ricerca di Dory, il tanto atteso secondo capitolo della vita subacquea di Nemo, in uscita nel 2015.

DA STYLE.IT

  • News

    Meteo: stop al caldo, torna l'inverno

    Meteo: stop al caldo, torna l'inverno

  • News

    Arrestata infermiera killer a Piombino

    Arrestata infermiera killer a Piombino

  • News

    I genitori di Giulio Regeni: «Vogliamo verità e giustizia per nostro figlio»

    I genitori di Giulio Regeni: «Vogliamo verità e giustizia per nostro figlio»

  • News

    Oscar 2016, trionfo Spotlight ma anche DiCaprio

    Oscar 2016, trionfo Spotlight ma anche DiCaprio


Inserisci il tuo indirizzo email per iscriverti alle newsletter di Style.it