Into Darkness, Star Trek non è più roba per soli uomini

di Manuela Puglisi 

Star Trek? Cose da uomini. Non questa volta, con Into Darkness rimarranno tutti piacevolmente sopresi, lo racconta il produttore Bryan Burk

Manuela Puglisi

Manuela Puglisi

ContributorLeggi tutti


Zachary Quinto e Chris Pine

Zachary Quinto e Chris Pine

Se finora i film, e le serie, di Star Trek erano, diciamocelo, una cosa un po' da nerd, questo è l'anno giusto per cambiare idea. Il 13 giugno 2013 esce Into Darkness nuovo capitolo cinematografico, il dodicesimo, di uno dei franchising fantascientifici più famosi di sempre. C'è grande attesa tra i fan per il nuovo villain, il produttore Bryan Burk racconta «Abbiamo visto la prima serie di Sherlock, della BBC, e Benedict Cumberbatch è fantastico, ha fatto il provino via iPhone e non c'è stata gara: doveva essere lui il nostro cattivo».

Con J J Abrams alla regia e prodotto dalla Bad Robot il film è il sequel di quello del 2009, con una differenza: è davvero un film per tutti. Ecco perché, spiega Burk, doveva essere proprio lui a produrlo «Ero il produttore perfetto proprio perché non amavo il franchising, volevo fare un film che mi piacesse. I film precedenti erano fatti per gli appassionati e per questo non hanno avuto a disposizione le stesse risorse degli altri film di Hollywood».

Qual è, allora, l'elemento centrale di questo nuovo capitolo?
«Quello di Star Trek non è un mondo lontano, in mezzo a una galassia sperduta, mentre guardo quel mondo vedo il nostro futuro, non un mondo magico e lontano. Sono umani che lavorano insieme, in un mondo ideale dove non ci sono guerre... Parla di noi, uniti per sopravvivere».
Burk prosegue, spiegando qual è il pubblico a cui vogliono parlare
«Quando si pensa a Star Trek si pensa soprattutto a un film per uomini, per ragazzi. Ma dobbiamo fare film per cui le nostre mogli, fidanzate, sorelle, figlie, quando da fidanzati, mariti, amici e figli le trasciniamo a vederlo entrano in sala pensando "Preferirei morire" ed escano "Ehi, non era male". Volevamo fare un film che lasciasse tutti piacevolmente sorpresi». Dai primi trenta minuti in anteprima pare che la missione sia compiuta.
(foto Splashnews)

>> STAR WARS VII, IL REGISTA E' JJ ABRAMS ... MA CE LA FARA'?

> PIU' CINEMA
> PIU' STAR

DA STYLE.IT

  • News

    Meteo: stop al caldo, torna l'inverno

    Meteo: stop al caldo, torna l'inverno

  • News

    Arrestata infermiera killer a Piombino

    Arrestata infermiera killer a Piombino

  • News

    I genitori di Giulio Regeni: «Vogliamo verità e giustizia per nostro figlio»

    I genitori di Giulio Regeni: «Vogliamo verità e giustizia per nostro figlio»

  • News

    Oscar 2016, trionfo Spotlight ma anche DiCaprio

    Oscar 2016, trionfo Spotlight ma anche DiCaprio


Inserisci il tuo indirizzo email per iscriverti alle newsletter di Style.it