Addio a Tonino Guerra

di Francesca Porta 

Il poeta e sceneggiatore romagnolo è morto questa mattina. Aveva 92 anni

Francesca Porta

Francesca Porta

Leggi tutti


Foto LaPresse

Foto LaPresse

Il poeta e sceneggiatore Tonino Guerra è morto questa mattina nel suo paese natale, Santarcangelo di Romagna. Ammalato da ormai diversi mesi, Guerra si era aggravato nelle ultime settimane e, dopo un ricovero a Rimini, aveva deciso di affrontare a casa la malattia.

Nato nel 1920 (il 16 marzo aveva compiuto 92 anni), Tonino Guerra è stato un poeta (indimenticabile la raccolta dialettale I scarabocc), uno scrittore e un grande sceneggiatore. Nella sua lunga carriera ha collaborato con alcuni fra i più importanti registi del cinema italiani da Federico Fellini a Michelangelo Antonioni, da Francesco Rosi ai fratelli Taviani, da Luchino Visconti a Vittorio De Sica. Tra le sue sceneggiature più famose ci sono Amarcord, Tre Fratelli, Ginger e Fred, ma anche Zabriskie Point e Kaos. Nel 1967 ricevette una nomination al premio Oscar per il film di Antonioni Blow-Up.

Tutto il mondo del cinema e della letteratura piange oggi la sua scomparsa. Che coincide, per strano caso, con la Giornata mondiale della Poesia.


Inserisci il tuo indirizzo email per iscriverti alle newsletter di Style.it