Michael Jackson usava il Propofol dal 1999?

di staff Style.it 

Sarebbe questa la teoria raccontata nel libro My Friend Michael: An Ordinary Friendship with an Extraordinary Man scritto da Frank Cascio, assistente (e amico) di Jacko


La pop star nel 1988. Nel libro di Frank Cascio si dice che
Jackson iniziò a prendere farmaci troppo forti a ine anni '80 dopo
un incidente sul set.
 foto Corbis

La pop star nel 1988. Nel libro di Frank Cascio si dice che Jackson iniziò a prendere farmaci troppo forti a ine anni '80 dopo un incidente sul set.
foto Corbis

Il cantante di Billie Jean è morto nel 2009 per una dose eccessiva di un anestetico - generalmente destinato solo all'uso ospedaliero - che, secondo un vecchio assistente, stava prendendo da circa dieci anni.
Nel suo libro My Friend Michael: An Ordinary Friendship with an Extraordinary Man Frank Cascio afferma che tutto è iniziato quando la pop star ha preso ad assumere l'antidolorifico Demerol dopo essersi bruciato alla testa durante uno spot per la Pepsi nel 1984 (troppo forte, secondo lui) per una semplice ferita alla pelle.

Amico di Michael da quando aveva cinque anni, il neo 'scrittore' ha dichiarato che la dipendenza da farmaci era cresciuta a tal punto che nel 1999 Jacko aveva iniziato a prendere il Propofol, dopo una caduta dal palco a Monaco, in Germania.
Cascio scrive di essersi accorto che il problema cresceva, e che a volte pagava i suoi dottori in contanti per far sì che loro mettessero il suo nome su ricette in modo da nascondere i problemi del cantante (e i soldi che ci stava spendendo su).

Nel libro racconta anche che ha cercato di farsi aiutare da tre dei fratelli Jackson prima del concerto 30th anniversary special che ha avuto luogo nel 2001, ma Michael li ha semplicemente "cacciati via". Peggio ancora, secondo il libro, il cantante di Beat It avrebbe cominciato il primo di quella serie di spettacoli d'anniversario un'ora dopo, dato che aveva preso il Demerol in albergo. In merito all'incidente, scrive: "La mia natura naif che mi aveva spinto a credere che Michael non avrebbe lasciato che le medicine interferissero con lo spettacolo... Il panico e il disappunto che ho provato quella sera sono indescrivibili."

Scrivendo infine della scomparsa del suo amico, Frank Cascio ha dichiarato di credere che Michael, che soffriva di insonnia, probabilmente è "morto nella sua ricerca infinita della pace interiore".

Lo scorso lunedì (07.11.11), il medico personale di Michael, il Dr. Conrad Murphy , è stato dichiarato colpevole di omicidio involontario.

(fonte Bang)

DA STYLE.IT

  • News

    Meteo: stop al caldo, torna l'inverno

    Meteo: stop al caldo, torna l'inverno

  • News

    Arrestata infermiera killer a Piombino

    Arrestata infermiera killer a Piombino

  • News

    I genitori di Giulio Regeni: «Vogliamo verità e giustizia per nostro figlio»

    I genitori di Giulio Regeni: «Vogliamo verità e giustizia per nostro figlio»

  • News

    Oscar 2016, trionfo Spotlight ma anche DiCaprio

    Oscar 2016, trionfo Spotlight ma anche DiCaprio


Inserisci il tuo indirizzo email per iscriverti alle newsletter di Style.it