Daniel Craig: I Kardashian? Degli idioti

di staff Style.it 

L'attore inglese si trasforma in un (rabbioso) paladino della privacy contro gli eccessi (della 'royal family') della reality tv


foto SplashNews

foto SplashNews

L'attuale interprete di James Bond ha spiegato che pur riconoscendo alla reality-family capitanata dalla giunonica Kim di essere stata in grado di guadagnare milioni di dollari con il suo show, non concorda con il vendere l'anima per fare della  televisione.
«Quella dei reality è diventata una carriera come un'altra. Solo che... basta pensare ai Kardashian: hanno guadagnato milioni. Milioni! Non credo fossero così male all'inizio, ma ora... Li guardi e pensi 'Cosa? Vuoi dire che tutto quel che dobbiamo fare è comportarci come dei f*****i idioti in televisione e ci pagheranno milioni?'
Non per giudicarli ma... sì, a dire il vero, lo ammetto, li sto giudicando».

La  star 43enne, recentemente sposatasi (di nascosto) con l'attrice Rachel Weisz, crede sia importantissimo mantenere per sé la propria vita privata, dato che una volta che la si è venduta non si è più ricomprabile: «Il problema non è essere spaventati di far vedere in pubblico le proprie emozioni o far sapere a tutti chi sei o in che cosa credi. Ma se queste cose le (s)vendi, allora sono perdute. Non puoi ricomprare la tua privacy. "Oh, ora voglio essere di nuovo da solo".
F*****i! Abbiamo vissuto nel tuo salotto, eravamo là al tuo parto, tu l'hai filmato per noi e poi ci hai mostrato la placenta, e ora vuoi della privacy?!».


Inserisci il tuo indirizzo email per iscriverti alle newsletter di Style.it