Russell Brand arrestato.«Il mio gesto? Un tributo a Jobs»

di Linda Milesi 

L'ex marito di Katy Perry è stato arrestato per condotta criminale a danno di una proprietà. Ma dietro il suo gesto assurdo una giustificazione altrettando assurda

Linda Milesi

Linda Milesi

Leggi tutti

<<>0
1/

Russell Brand, l'ex marito di Katy Perry, è stato arrestato con l'accusa di aver strappato, nella notte di lunedì,  il cellulare dalle mani di un paparazzo per scagliarlo contro una finestra di uno studio legale mentre camminava per le strade di New Orleans. Secondo quando riporta TMZ il New Orleans Police Department ha emesso subito un mandato d'arresto a suo nome per condotta criminale a danno di una proprietà.

Ma, a quanto pare, il comico 36enne ieri pomeriggio si è consegnato, di sua spontanea volontà, alle autorità dopo aver saputo che era stato emesso un mandato di cattura.

Che sia dovuta a un'ironia connaturata alla sua professione, o per altri oscuri motivi, secondo le fonti, Brand avrebbe rilasciato delle spiegazioni piuttosto bizzarre al gesto da lui compiuto. In una confessione, ha dichiarato di aver perso il controllo dopo aver visto il fotografo usare in modo 'irriverente' il proprio smartphone (marchiato Apple) spiegando che questo avrebbe disonorato l'immagine del suo fondatore, scomparso recentemente. «Da quando è morto Steve Jobs non posso più sopportare di vedere gente che tratta con irriverenza un iphone, quello che ho fatto è stato un tributo alla sua memoria» ha fatto sapere Brand. Sì, insomma, il comico ha fatto passare il suo comportamento assurdo come una sorta di gesto compiuto in onore del genio della mela più famosa al mondo.

Adesso Brand è stato rilasciato dopo aver pagato 5000 dollari di cauzione e dopo aver saldato i danni procurati alla finestra versando 240 dollari al proprietario.


Inserisci il tuo indirizzo email per iscriverti alle newsletter di Style.it