Jamie Waylett da bullo di Harry Potter a carcerato... nella vita reale

di staff Style.it 

L'attore è stato condannato a due anni di reclusione per aver partecipato attivamente ai disordini che hanno tenuto in ostaggio Londra la scorsa estate

Dalle prepotenze del 'clan' di Draco Malfoy ai tumulti di piazza, Jamie Waylett sembra destinato a vestire i panni del bullo. L'attore che nella saga di Harry Potter ha interpretato il rissoso Vincent Crabbe, è stato condannato a due anni in carcere per aver partecipato alla guerriglia urbana dello scorso agosto, quando una marcia nata come pacifica per un giovane deceduto in uno scontro a fuoco con la polizia ha finito per incendiare gli animi e la metropoli per intere giornate.

In quell'occasione, secondo la ricostruzione e i filmati di alcune telecamere a circuito chiuso, Waylett, incappucciato e, pare, armato di molotov, brindava con dello champagne trafugato durante un attacco a un supermercato.
E' stata soprattutto la presenza dell'esplosivo a determinare la condanna.
«Accetto il verdetto della giuria secondo il quale lei non ha usato, e nemmeno aveva intenzione di utilizzare, la molotov, ma la sua vista deve comunque aver provocato paura» ha sottolineato il giudice.
Da parte sua l'avvocato dell'attore ha puntato sull'immagine di una giovane promessa del cinema che, non riuscendo a mantenere e gestire il successo, ha avuto in qualche modo un crollo.
Il suo tentativo di ottenere una sentenza più soft, però, non è andato a buon fine e Wyatt, che aveva già avuto problemi con la giustiaiza per possesso di droga, rimarrà dietro le sbarre per almeno 12 mesi prima di riuscire a sperare in una qualche riduzione della pena.

Da Vanity


Inserisci il tuo indirizzo email per iscriverti alle newsletter di Style.it