George Clooney: Papà, sarò la tua Liz Taylor

di Staff Star 

Curiose rivelazioni sulla dinamica del sit in che ha condotto la star di Paradiso amaro all'arresto

Staff Star

Staff Star

EditorScopri di piùLeggi tutti

George Clooney, che  è stato arrestato assieme al padre e altri dimostranti per disobbedienza civile a Washington la scorsa settimana, ha raccontato a Fox News Sunday: "Negli anni '70 vedevo mio padre scrivere ottimi articoli, pieni di valori sociali, e poi venire ignorato a favore di un pezzo, che ne so, su Liz Taylor. Quello veniva pubblicato; il suo, no. Così, facendo tesoro della lezione dal passato, gli ho detto: 'Ricordi quando alcuni tuoi servizi venivano trascurati a favore di una Liz Taylor o di qualcosa che succedeva ad Hollywood? Bene, andiamo in Darfur: tu sarai il giornalista e io Liz Taylor'. Lui mi ha detto 'Ok!'"
>> GEORGE CLOONEY ARRESTATO DURANTE UNA PROTESTA CONTRO IL GOVERNO DEL SUDAN
>> GEORGE GOES TO WASHINGTON

George sta tentando di puntare l'attenzione pubblica verso il presidente del Sudan, Omar al-Bakshir, che sta provocando una vera crisi umanitaria in quella regione, bloccando cibo e aiuti diretti alla sua popolazione. L'attore spiega di aver rischiato non poco  quando ha girato per il paese con lo scopo di filmare le atrocità che stavano avendo luogo. Ma, da vera star hollywoodiana, anche nel riportare le vicende più serie, non sa resistere all'aneddoto leggero, seppure dalle tinte noir.

Parlando di una bomba inesplosa, ad esempio, ha raccontato alla stampa: "Dunque, la storia sulla bomba, a posteriori, è piuttosto divertente. L'uomo che l'aveva trovata mi dice 'La vuoi vedere?', poi sposta un poco i rami ed ecco… una bomba! Penso: "Oddio, c'è una bomba davvero!". L'uomo intanto continua a smuovere il cespuglio e io penso "Ecco, magari non colpirla così tanto con il bastone..." Sono contento di esserne uscito vivo".
(FONTE bang, traduzione Alessandro Bruschi)



Inserisci il tuo indirizzo email per iscriverti alle newsletter di Style.it