Whitney Houston, parla il medico legale

di Giuditta Mosca 

L'Ufficio di medicina legale di Los Angeles definisce il decesso "accidentale" e annuncia un rapporto completo

Giuditta Mosca

Giuditta Mosca

ContributorScopri di piùLeggi tutti

Annegamento. Questa è stata la causa della morte di Whitney Houston, rinvenuta in fin di vita l'11 febbraio di quest'anno, nella vasca da bagno della sua stanza al Beverly Hilton Hotel di Beverly Hills. Al decesso hanno contribuito l'uso di cocaina e una concausa cardiaca (arteriosclerosi).
L'esame tossicologico ha evidenziato tracce di marijuana e farmaci (antidepressivi) che, stando ai risultati dell'autopsia, non hanno però contribuito alla morte delle 48enne.

Il rapporto definitivo del medico legale sarà disponibile tra una quindicina di giorni ma già si trovano conferme alle voci trapelate subito dopo la sua morte, archiviata comunque come accidentale. Già nel 2002, durante un'intervista concessa al network televisivo ABC, Whitney aveva detto: "sono sia la mia migliore amica sia il mio peggior nemico", lasciando intendere di essere conscia del suo processo di autodistruzione. Un percorso lungo e penoso che ne aveva offuscato l'immagine e la folgorante carriera ma che non era riuscito a sedare la sua voglia di rivincita. Poco prima di morire aveva partecipato al remake del film Sparkle, riscontrando il favore anche dei produttori che avevano riconosciuto la sua grande professionalità.

DA STYLE.IT

  • Star

    La figlia di Whitney Houston si rifidanza col 'fratellastro'

    Bobbi Kristina Brown difende a spada tratta la sua storia con Nick Gordon, da molti ritenuto il figlio adottivo di Whitney Houston. "È la mia vita, la decisione spetta a me" scrive su Facebook e aggiunge "Mamma sapeva"

  • Star

    L'FBI pubblica le lettere di fan di Whitney Houston

    Sono state pubblicate dall'FBI 128 pagine riguardanti le indagini svolte sulla posta dei fan di Whitney Houston

  • Star

    Pre Grammy Gala 2013: un anno senza Whitney Houston

    Come ogni anno una parata di star si è radunata al pre Grammy Gala organizzato dal produttore discografico Clive Davis. Da Usher e Ne-Yo a Jennifer Hudson, Emeli Sandé, Katy Perry e Miley Cyrus, c'erano davvero tutti. Mossi da un'emozione comune: un anno fa, poco prima di questo stesso party, moriva Whitney Houston

  • Star

    Bobbi Kristina boicotta il libro su Whitney scritto dalla nonna

    Sia la figlia di Whitney Houston che il suo fidanzato/fratello Nick Gordon si sono opposti alla pubblicazione della raccolta di memorie della cantante fatta dalla nonna Cissy. «Irrispettoso verso mia madre»


Inserisci il tuo indirizzo email per iscriverti alle newsletter di Style.it